Mercedes GLA 2016 prova su strada: forza, potenza e bellezza, la guida completa

Come spesso accade con progetti inediti il margine di miglioramento è ampio

All’improvviso cadde una Stella… nelle concessionarie. La Mercedes GLA è il primo SUV appartenente alla casa tedesca, che amplia la gamma di vetture compatte. Noi di AutoToday l’abbiamo provata su strada.

ESTERNI – Successore di una stirpe dedicata alle famiglie, nata con la Classe A, il modello in considerazione ha molto da condividere assieme alla monovolume. Alta ed aggressiva, il frontale è importante, con la  mascherina orizzontale decorata da due listelli argentati e al centro il logo del marchio. L’aspetto più rude viene invece sfoggiato attraverso i passaruota squadrati, le grosse ruote e protezioni in plastica nera. Dietro i fanali sono raccordati da un listello cromato. Forme che inducono a un CX di appena 0,29.

INTERNI – Parabrezza notevolmente inclinato e fianchi limitati non la rendono particolarmente ariosa, ma lo spazio non manca. Accoglienti le poltrone davanti, ampiamente regolabili, dal robusto rivestimento in tessuto e finta pelle. Il divano, invece, è sagomato per ospitare adeguatamente due adulti. Parecchi i portaoggetti, a cominciare dal cassetto davanti al passeggero, arricchito da un doppio portabibite nel tunnel, un vano sotto il poggiagomiti e un ripostiglio con presa 12V nel mobiletto posteriore, privo però di bocchette d’aerazione. Climatizzatore troppo in basso, il devioluci rimane celato dal volante come la levetta del freno a mano elettronico. Il tasto che attiva le quattro frecce è inoltre minuto e poco in evidenza. Caratteristico lo schermo dei servizi di bordo, che permette di interfacciarsi alla perfezione con i moderni smartphone, integrazione completa coi Digital Drive Style e Drive Kit Plus. Inclusi tra i dispositivi di sicurezza l’Attention Assist e il Collision Prevention Assist.

PRESTAZIONI – Bagagliaio generoso (421/1235 litri) oltre che comodo, grazie al bordo di carico basso e all’ampio portellone, la 220 CDI 4Matic testata ha rivelato sterzo preciso, impianto frenante efficace e capacità di sopportare sforzi prolungati. La visibilità è talvolta troppo contenuta.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici − tre =