In commercio dal 2012 con la sua terza generazione, Mercedes Classe A è passata dall’essere “mono” compatta a una due volumi dall’immagine sportiva. Leggermente ritoccata nel 2015, eccovi la nostra prova su strada.

ESTERNI – Il cambiamento maggiore riguarda la mascherina Matrix, inclusa ora nel pacchetto di serie. I nuovi fari “Led High Performance” costituiscono un netto salto di qualità se paragonati ai precedenti bi-xeno. Cambiato l’aspetto dei cerchi in lega, sono stati introdotti al posteriore gruppi ottici a LED con geometrie interne riviste e terminali di scarico integrati nel paraurti, assai aggressivi. Aggiunte tinte inedite per la carrozzeria, compreso un curioso verde, denominato elbaite.

INTERNI – L’abitacolo, molto buono come qualità, è discretamente spazioso. Saliti a bordo, un’animazione di benvenuto sul display e l’illuminazione della scritta Mercedes-Benz presso pedana e cruscotto ci danno il benvenuto. Lo schermo “sospeso” lungo la plancia – può arrivare ad una diagonale di 8 pollici – e rinnovati tachimetro e contagiri, resi più leggibili, sono altre caratteristiche deliziose. Desiderio di progredire manifestato attraverso il volante a tre razze, ora con dodici tasti di comando, e il Dynamic Select che, a seconda delle versioni, consente di variare la risposta di motore, cambio (quando è automatico), sospensioni (se sono previste quelle regolabili) e persino sound del terminale di scarico. Assicurata l’integrazione coi moderni smartphone attraverso Car Play e Mirror Link, l’Attention Assist Plus, ravvisata la stanchezza del guidatore, avvisa quando è opportuno prendere una pausa. Integrati cruise control e radar anti-collisione, i servizi Mercedes Me possono effettuare chiamate d’emergenza, nonché proporre informazioni sul traffico e sullo stato della vettura.

PRESTAZIONI – Il bagagliaio, a divanetto posteriore sdoppiabile e completamente abbattibile, mantiene il volume di carico da 341 a 1.157 litri. Offertaci la Mercedes Classe A 180d Sport, ci hanno convinto il grip e la fluidità di marcia, meno l’insonorizzazione.


.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 − 2 =