Honda Civic 2.0 i-VTEC Type R 2015, a bordo per scoprirne le caratteristiche

La nuova Honda Civic 2.0 i-VTEC Type R 2015 urla aggressivitàda tutti e quattro i tubi di scarico grazie al potente motore da 310 CV e l'assetto super sportivo.

Se avete pensato di regalarvi un gioiello sportivo per soddisfare le voglie più nascoste e peccaminose da sportivi incalliti quali siete, bè siete nel posto giusto. Honda Civic è sempre stato sinonimo di aggressività e stile allo stato puro e la versione Type R non fa che confermarlo. Niente è lasciato al caso e tutto grida voglia di corsa, come i 19″ delle ruote, i vistosi quattro tubi di scarico, i parafanghi allargati e l’alettone da corsa confermano quella che è sempre stata l’indole della bestia di casa Honda. Il tutto è spinto da un motore da 310 CV pronto a urlare potenza, con il 2.0 turbo che sicuramente non deluderà gli appassionati.

 

AGGRESSIVE STYLE – Si è già ben capito che per gli amanti delle auto sportive, l’Honda Civi 2.0 i-VTEC Type R rappresenta l’eccellenza, a partire dall’ampio abitacolo e dai sedili avvolgenti a parte, che assicurano una posizione di guida compressa, forse un po’ troppo per persone più robuste. I dettagli fanno la differenza, come il cambio dal pomello sferico in alluminio o il tasto +R che oltre a rendere più reattiva la risposta dell’auto, illumina la strumentazione di rosso e fa apparire dati aggiuntivi nella strumentazione, sempre relativi all’andatura.

 

AGGRESSIVE DRIVE – L’assetto della Honda Civic è per chi ama le corse e non vede l’ora di gestire 310 CV di potenza e, soprattutto, i 400 Nm di coppia, scaricati sull’anteriore. Grazie all’ottima messa a punto, tutto è sotto controllo oltre a essere molto divertente. Avantreno e retrotreno si sono dimostrati molto saldi e il sottosterzo è trascurabile. Il divertimento è assicurato dal potente motore che permette una risposta davvero vibrante anche a bassi giri, dallo sterzo non pesante e sempre all’altezza e dai freni, dai dischi forati, sempre dalla massima presa. L’assetto sportivo si paga con il comfort sulle sconnessioni dell’asfalto, che sono molto sensibili e sulla visibilità che diventa un limite nelle curve e nei lati, al contrario di quanto pensabile, invece l’alettone posteriore non infastidisce. Per quanto riguarda i consumi il risultato è più che soddisfacente a dispetto della potenza erogata, con un calcolato consumo di 10km/l.
Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due + dieci =