Alfa Romeo Giulietta 2016 prova su strada: commenti, impressioni, debolezze, recensione completa

Scopriamo insieme il celebre modello

Potremmo dire che Alfa Romeo simboleggia l’eccellenza italiana nel mondo e Giulietta la rappresenta degnamente.

ESTERNI – L’ultima generazione, presentata in varie città europee comprese le italiane Arese e Torino, viene ritoccata solo qua e là come design. Gli sviluppatori hanno preferito dedicare le loro energie al frontale, cambiato come fascia paraurti con l’inserto nero che raccorda tutte le griglie inferiori e crea una soluzione di continuità. Rinnovata la mascherina, dotata di trama a nido d’ape senza listelli cromati orizzontali, altre novità sono i proiettori bruniti, gli inserti, i cerchi in lega e i terminali di scarico obliqui. Una sottigliezza ulteriore è lo spostamento della scritta “Giulietta” sulla destra del portellone posteriore e non più al centro.

INTERNI – Incantevole soprattutto l’abitacolo. Plancia moderna e piacevole, sviluppata orizzontalmente e decorata da un inserto grigio. Le poltrone sagomate permettono a chiunque di stare comodi, pregio insufficiente a nascondere i problemi che incontrerebbe un eventuale quinto passeggero dato il divano rialzato al centro e se possedete un’altezza sopra alla media potreste sfiorare il soffitto con la testa.  Come berlina famigliare i ripostigli sono piuttosto modesti.  Resa maggiormente elegante la strumentazione come ben esemplifica l’illuminazione bianca, scelta per sostituire la rossa. Avanzato il sistema d’infotainment U-Connect.

PRESTAZIONI – Il bagagliaio tiene 350 litri, valore che rispetta il trend nella categoria, ma i 1.045 di capacità massima, reclinato lo schienale, deludono rispetto alla concorrenza. Vano grazioso, una botola permette di caricare gli sci e lungo le pareti laterali sono inseriti due portaoggetti. Guidata la versione diesel 1.6 JTDm da 120 CV, dotato di cambio automatico TCT a doppia frizione, percepiamo una buona dinamicità – può arrivare fino ai 195 km/h – abbinata a stabilità. Nelle situazioni in cui il motore viene sollecitato, il suono percepito assomiglia a quello benzina.

 

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 4.2]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 + quattordici =