Volkswagen: applicazioni dell’intelligenza artificiale

La casa di Wolfsburg acquista una quota del Dfki

L’impiego della tecnologia nei motori avrà ripercussioni sempre maggiori in futuro. Constatazione che spinge Volkswagen ad acquistare una quota del DFKI, la maggiore e più rinomata istituzione scientifica mondiale specializzata nel campo dell’intelligenza artificiale.

STRETTA L’ALLEANZA – La casa di Wolfsburg occuperà grazie a questa partecipazione un posto nel Consiglio di sorveglianza DFKI e avrà un ruolo attivo nella definizione del piano d’azione del Centro in materia di tecnologia e ricerca, accelerando così il processo di trasferimento delle innovazioni alla società. Intervenuto sull’argomento Matthias Müller, presidente del gruppo Volkswagen: “L’intelligenza artificiale è una tecnologia chiave per la guida autonoma e perciò un investimento nel nostro futuro. Questa partecipazione ci consentirà di lavorare ancora più intensamente in questo campo. Vogliamo fare progressi nella ricerca sull’intelligenza artificiale, nell’industria automobilistica ma non solo. Ci aspettiamo che l’ingresso in Dfki dia un nuovo impulso per la digitalizzazione dei nostri stabilimenti e la progressiva automazione dei processi aziendali.

SVILUPPI CONCRETI – “Attraverso la propria partecipazione in DFKI, Volkswagen avrà accesso agli ultimi risultati e al know-how del nostro centro di ricerca, in particolare dal Centro di Competenza Deep Learning di recente istituzione – ha sottolineato Wolfgang Wahlster, CEO del DFKI – Mi fa molto piacere poter mettere a disposizione queste conoscenze per lavorare a progetti comuni. Questa è, per entrambe le parti, una grande opportunità per fare ulteriori progressi nell’ambito dell’intelligenza artificiale”. Volkswagen e il DFKI collaborano già da molti anni su diversi progetti, incluso il prototipo di un sedile intelligente in grado di rilevare la stanchezza del guidatore. Avviato ultimamente il processo di sviluppo dell’architettura software Rock, mirata al perfezionamento dell’interazione esseri umani-robot. Le caratteristiche principali prevedono la misurazione delle condizioni ambientali attraverso vari sensori, un sistema di rilevamento ed elusione collisione, sommato al controllo gestuale intuitivo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × cinque =