Guida autonoma: mentre in Toscana debutta Pisa Mover, in USA proseguono i test

guida autonoma

In Toscana ha debuttato il 18 marzo un mezzo che consente di compiere il tragitto da Pisa all’aeroporto cittadino in soli cinque minuti. Il trasporto conferma gli sviluppi nella guida autonoma e avviene infatti senza alcun conducente.

Guida autonoma: il successo di Pisa Mover

Anche i mezzi pubblici cittadini si stanno concentrando sempre di più sulla guida autonoma. Questa modalità di trasporto consente di spostarsi velocemente, ma senza alcuna influenza sull’efficienza. Questi sono gli scopi che si prefigge Pisa Mover,  il sistema di trasporto automatico (cioè senza conducente) passeggeri, ad alta frequenza, che ha debuttato lo scorso 18 marzo nella città toscana.

L’operaè statarealizzata in partnership da Condotte, dalla sua controllata Inso e dalla Leitne. Gli utenti possono così raggiungere l’aeroporto cittadino in soli cinque minuti. Prevista anche la fermata in una stazione intermedia, San Giusto/ Aurelia. Gli ideatori puntano in questo modo a facilitare gli spostamenti di chi non è dotato di una propria automobile. Anche il traffico, spesso congestionato nelle metropoli, potrebbe trarne un importante giovamento.

Pisa Mover è un modello di mobilità urbana innovativo, completamente automatizzato, alimentato elettricamente per ridurre al minimo l’impatto energetico e ambientale. Il mezzo è composto da due convogli da 107 passeggeri ciascuno. Il suo funzionamento sarà costante: 365 giorni all’anno, dalle 6 alle 24.

Il costo di realizzazione dell’opera è stato di circa 71 milioni di euro. Di questii 21 milioni sono stati finanziati dall’Unione Europea, il resto a carico dei partner che la gestiranno per i prossimi 36 anni.

Guida autonoma: in California ulteriori test in corso

Prima di diffondere su ampia scala i veicoli a guida autonoma è ovviamente necessario essere certi che la sicurezza di chi sale a bordo sia garantita. In California ci si sta quindi muovendo in questo senso con grande convinzione.

Il Dipartimento di Stato californiano ha così diffuso una proposta di legge che modificherebbe in maniera sostanziale il panorama della sperimentazione delle self driving car. Tutto diventerebbe più libero. La proposta di legge intende cancellare l’obbligo di mantenere a bordo un pilota umano durante i test su strada pubblica. Cancellato anche l’obbligo di conservare i comandi manuali (sterzo, pedaliera completa). Se questi ci fossero un operatore avrebbe la possibilità di prendere il controllo in caso di necessità.

La nuova legislazione dovrebbe entrare in vigore entro la fine dell’anno. Questo consentirebbe allo Stato americano di mettersi in pari con quanto già da tempo avviene in Michigan.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + cinque =