GPS veicoli aziendali: configurazione legislativa e come vanno utilizzati

Ll'Ispettorato Nazionale del Lavoro illustra quando sono strumenti da lavoro.

Con la circolare n.2 dello scorso novembre l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha trattato l’installazione di dispositivi GPS sulle auto aziendali.

Satelliti dedicati

Mediante una rete dedicata di satelliti, il sistema fornisce informazioni su coordinate geografico ed orario ad un terminale mobile o ricevitore GPS. In qualunque posizione e condizione meteorologica. Ciascun satellite emana un segnale radio, elaborato dal ricevitore.

Elemento “aggiunto”

Nella circolare diramata l’Ispettorato Nazionale chiarisce che il GPS montato sull’auto aziendale assegnata ad un dipendente di norma non costituisce strumento di lavoro.
“In linea di massima, e in termini generali”, l’ente li considera un elemento “aggiunto” agli strumenti di lavoro. La motivazione va ripresa da esigenze di tipo carattere assicurativo, organizzativo, produttivo e sicurezza. Perciò possono configurarsi come strumenti di controllo a distanza dei lavoratori. E’ ammessa, insomma, l’installazione solo dopo aver ricevuto un’autorizzazione sindacale o amministrativa.

Strumenti di lavoro

Tuttavia, in “casi del tutto particolari”, i dispositivi GPS possono “trasformarsi” in veri strumenti di lavoro. Ciò si verifica quando la prestazione lavorativa non può essere resa senza il loro utilizzo, l’installazione sia richiesta da specifiche normative legali o regolamentari come nel caso di trasporto di valori superiori a 1,5 milioni di euro. Secondo lo Statuto non è richiesta la preventiva autorizzazione sindacale o amministrativa se gli strumenti sono “utilizzati dal lavoratore per rendere la prestazione lavorativa”. Così come avviene per gli “strumenti di registrazione degli accessi e delle presenze”; anche se essi consentono il controllo a distanza dell’attività dei lavoratori.

Strumenti da lavoro in ristrette circostanze

A giudizio dell’Ispettorato, tali strumenti consisterebbero in “apparecchi, dispositivi, apparati e congegni che costituiscono il mezzo indispensabile al lavoratore per adempiere la prestazione lavorativa dedotta in contratto, e che per tale finalità siano stati posti in uso e messi a sua disposizione. Evidenziato il concetto di “indispensabilità” dello strumento, si restringe sensibilmente il numero dei beni adatti allo svolgimento del lavoro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + 16 =