Google Now, Big G invade anche l’abitacolo delle nostre auto

Potenziato l’assistente virtuale di Mountain View che presto potrebbe essere integrato su Android Auto

L'interfaccia di Google Now
L'interfaccia di Google Now

Se Siri è stata una vera e propria rivoluzione, Google Now promette di essere ancora meglio. Big G risponde ancora una volta ad Apple lanciando una versione aggiornata del suo assistente personale potenziato in modo tale da comprendere e adattarsi in base alle nostre esigenze, ai luoghi che visitiamo e agli appuntamenti in agenda. Con un bagaglio di informazioni in più: le ricerche su Google.

La sfida a CarPlay

Questo software potrebbe cambiare la vita (e di molto) agli automobilisti. Tra gli scontri con Cupertino c’è anche il dominio nel mondo dei sistemi operativi per auto che integrino il dialogo con gli smartphone dove adesso Apple sembra in leggero vantaggio dopo la presentazione di CarPlay. Google è corsa ai ripari con  Android Auto sviluppando integrazioni con il proprio sistema satellitare di mappe geo-localizzate e Spotify, il servizio di musica in streaming gratuito.

Le funzioni di Google Now

Big G punta sullo sviluppo estremo di Google Now per integrarlo in Android Auto e colmare il gap che ha al momento nei confronti di CarPlay. L’obiettivo di Google è fornire un assistente a 360 gradi che possa aiutare il guidatore a scegliere la strada migliore in base al traffico, aggiornarlo sul meteo e ricordargli gli appuntamenti in agenda. La versione nuova di Google Maps sarà sfruttata al massimo: quando si arriverà in un posto mai visitato prima, Now ci consiglierà i posti più frequentati dagli utenti e quelli riconosciuti di interesse storico o artistico. Inoltre ogni mese Google ci aggiornerà su quanti chilometri abbiamo fatto e il consumo (presunto) di carburante.

E la privacy?

Android Auto si collegherà automaticamente allo smartphone aggiornando i dati sul guidatore e sulle sue preferenze derivate da Google con un algoritmo nell’osservazione delle ricerche, dei posti visitati (grazie alla geo-localizzazione con Maps) e in futuro, proprio con Android Auto, saprà che strada ci piace fare, quali distanze copriamo in auto e anche come è il nostro stile di guida. Se poi durante il viaggio dovreste avere dei dubbi, basterà chiedere a Now, che risponderà a qualsiasi quesito chiedendo online la risposta a Google.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]