Rally di Majano, De Cecco-Campeis vincono con una grande rimonta

La coppia a bordo della Ford Fiesta recuperano nella penultima prova e trionfano su Pascoli-Narduzzi

La settima edizione del Rally di Majano
La settima edizione del Rally di Majano

Tre coppie friulane ai primi te posti del Rally di Majano, la seconda prova a livello regionale del movimento rallistico del Friuli. I vincitori della settima edizione sono De Cecco-Campeis a bordo della loro Fiesta Rs Rrc con soli 6 secondi di vantaggio sulla coppia Pascoli-Narduzzi su Peugeot 207 S2000. Una prova contraddistinta prima dal maltempo (nella giornata di sabato) e poi dalle condizioni di umido nella giornata di ieri.

Una vittoria sofferta

Una vittoria sofferta e difficile come indica il cronometro e come ammettono gli stessi vincitori sul podio, dopo aver lottato fino all’ultima curva contro un equipaggio solido e determinato. Tutto si è giocato nella penultima prova quando i due equipaggi erano al secondo e al terzo posto dietro alla Renault Clio Williams di Zannier-Marcuzzi, poi giunti terzi. L’asfalto viscido con il sole migliorava in breve tempo e ha pagato la scelta di De Cecco di montare gomme più morbide per tentare l’assalto al primo posto. Un azzardo che ha pagato e con il quale ha costruito tutto il vantaggio, poi amministrato nell’ultima prova di 11 chilometri.

Guasto per il duo Terpin-Ierman

AI piedi del podio si sono fermati Marchioro e Martinis (quest’ultimo vincitore del trofeo Renault Clio). Si ferma invece la rimonta del duo Terpin-Ierman, uno dei talenti emergenti del rallismo friulano e secondo nella classifica generale di categoria dietro al trentino Tabarelli. Terpin s è dovuto ritirare a causa di un guasto che ha compromesso la sua prova, comunque sembrata più anonima rispetto al solito.

Due le prove speciali affrontate

Due le prove speciali (ripetute tre volte) affrontate dagli equipaggi con l’aggiunta di una prova spettacolo in collaborazione con il Festival di Majano, una delle manifestazioni più popolari a livello regionale, conosciuta in tutto il Friuli Venezia Giulia. L’evento nasce come costola del Rally del Friuli, prova del campionato italiano, e si caratterizza proprio per essere una tappa di avvicinamento e di prova per la corsa più importante a livello regionale.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]