Paolo Andreucci: storia di un campione

Il rallysta italiano più forte in circolazione, nonostante abbia ormai spento 50 candeline. E al suo fianco, in veste di navigatore, c'è una donna: Anna Andreussi.

Campionato Italiano Rally
Paolo Andreucci, vincitore del Campionato Italiano Rally in 9 occasioni (2001, 2003, 2006, 2009, 2010, 2011, 2012, 2014 e 2015).

E dal finire degli anni Ottanta che l’Italia dei motori aspetta a gloria l’erede di Miki Biasion, primo nella classifica del World Rally Championship nel 1988 e nel 1989. A lungo le speranze degli appassionati si sono concentrato su Paolo Andreucci, pilota nato a Castelnuovo di Garfagnana il 21 aprile 1965.

UNA GRANDE SPERANZA – Paolo Andreucci ha speso la sua intera carriera sportiva nel mondo dei rally. A differenza di quanto sarebbe stato lecito immaginarsi dopo i primi brillanti risultati ottenuti sul finire degli anni Ottanta, il pilota toscano non è mai entrato stabilmente nel circus del WRC, ma si è laureato ben 9 volte campione italiano rally (2001, 2003, 2006, 2009, 2010, 2011, 2012, 2014 e 2015). Ancora oggi, alla non più verde età di 50 anni, è il pilota italiano più forte. Lo scorso giugno, dopo 11 anni di assenza dal World Rally Championship, ha preso parte al 12º Rally d’Italia Sardegna, sesta prova del mondiale, classificandosi 8˚assoluto (2˚ della categoria WRC2) al volante di una Peugeot 208 T16 della scuderia F.P.F. Sport. Nel 1989 aveva ottenuto il medesimo risultato nel Rally del Portogallo.

LA COLLABORAZIONE CON ANNA ANDREUSSI – Paolo Andreucci è stato, tuttavia, l’assoluto dominatore del Campionato Italiano di Rally nell’ultimo decennio. Il pilota toscano ha iniziato a mietere successi dopo i 35 anni, quando molti corridori appendono il casco al chiodo. La svolta è arrivata proprio in prossimità del nuovo Millennio, grazie all’incontro con Anna Andreussi, navigatrice friulana che, ancora oggi, detta le note al pilota garfagnino.

I PRIMI OTTO TITOLI NAZIONALI – Il primo titolo italiano rally Paolo Andreucci lo vinse a bordo di una Ford Focus. Poi giunse il sodalizio con Fiat, durato cinque anni, che vide trionfare il pilota garfagnino in due occasioni (nel 2003 con la Punto S1600 e nel 2006 con la Grande Punto S2000). Le maggiori soddisfazioni per Paolo Andreucci, però, sono arrivate al volante di una Peugeot 207 S2000 del Team Lions con la quale ha vinto il titolo italiano per quattro anni consecutivi (2009-2012). Nel 2014, stavolta a bordo di una Peugeot 208 T16 R5, ha conquistato nuovamente il titolo di campione d’Italia, l’ottavo.

GIA’ MATEMATICAMENTE CAMPIONE ANCHE NEL 2015 – Paolo Andreucci ha già matematicamente vinto anche l’edizione 2015 del Campionato Italiano Rally, nonostante manchino ancora due prove al termine della competizione (il prossimo appuntamento è il Rally di Roma Capitale). In questa stagione Paolo Andreucci ha trionfato al Rally di Sanremo, al Rally Targa Florio, al Rally di San Marino e al recente Rally del Friuli Venezia Giulia (27-29 agosto), dimostrandosi ancora una volta il rallysta italiano più forte.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto − 2 =