La leadership nel mercato non rappresenta uno status quo immutabile, ma piuttosto occorre offrire prodotti sempre migliori. Tema di discussione stavolta i pneumatici, campo dove Pirelli gode di notevole prestigio e proprio lei ha ospitato il meeting tenuto a Milano dai vertici Formula 1 riguardo alle prossime novità.

GRANDI OSPITI – Il CEO Marco Tronchetti Provera ha accolto con piacere nella Villa degli Arcimboldi Bernie Ecclestone, Jean Todt, Ron Dennis, Toto Wolff e Sergio Marchionne. A rappresentare la categoria piloti vari esponenti, compresi Vettel, Raikkonen, Kvyat, Bottas, Rosberg e Massa. Argomento oggetto di un’accesa discussione la sicurezza, dove il fornitore unico di gomme chiede test liberi così da sviluppare le coperture e stavolta è arrivato un accordo unanime. Cancellato dunque il veto previsto per il 2017 e i nuovi prodotti, in base a quanto viene fatto trapelare, saranno più grandi e resistenti a maggiori carichi rispetto alle versioni attuali. Come anticipato dalla GPDA, i ‘campioni al volante’ pretendono invece anche prestazioni e longevità superiori, così che tolgano loro la responsabilità di limitarsi durante certi momenti della gara.

SEMPRE MENO PERICOLO – Il percorso tracciato segna dunque una chiara evoluzione e già all’imminente stagione verrà introdotto un metodo innovativo per evitare che non possano più capitare episodi come l’esplosione del pneumatico occorso a Vettel durante il Gran Premio del Belgio. Sotto il piano tecnico la soluzione è giunta attraverso la riduzione di alcuni millimetri compiuta alla fascia del battistrada per introdurre tra questo e la carcassa un ulteriore sottile strato di gomma dalla mescola particolarmente dura.

PRONTO SEGNALE – Quando le gomme saranno parecchio consumate, verrà avvertito l’evidente calo di prestazioni utile come sorta di ‘allarme’. Il cambio di ritmo apparirà infatti molto evidente come la necessità di intervenire immediatamente. Una protezione ulteriore che i tifosi sperano possa far crescere anche le strategie in pista e il fattore spettacolo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 5 =