F1 Monza 2015: i trionfi della Ferrari

Dalla prima vittoria di Ascari nel 1951 all’ultima di Alonso nel 2010. In rassegna tutti i trionfi della Ferrari nel Gran Premio d’Italia.

Jody Scheckter e Gilles Villeneuve in trionfo nel 1979

Diciotto. Tante sono le vittorie a Monza della Ferrari, presente nell’appuntamento con il Gran premio d’Italia fin dal 1950, anno del suo inserimento nel calendario del neonato Campionato Mondiale di Formula Uno. Diciotto affermazioni che, immancabilmente e con un rito che si ripete da sessant’anni, gli appassionati italiani hanno festeggiato con la tradizionale invasione di pista, manifestazione di gioia e di orgoglio per tutto quello che la Ferrari rappresenta per l’immagine e l’affermazione dell’Italia, sportiva e non. Una lunga storia di successi che ha attraversato le epoche e la storia come un lungo filo rosso che ha segnato la storia, il costume e la cultura del nostro paese lungo i decenni. Il primo successo è datato 16 settembre 1951. Quel giorno Alberto Ascari, riuscì finalmente a rompere il dominio fino ad allora quasi incontrastato della Alfa Romeo vincendo la 22° edizione del Gran Premio d’Italia davanti al compagno di squadra, l’argentino “Cabezon” Gonzalez che qualche settimana prima aveva regalato a Silverstone il primo storico successo al Cavallino. Ascari si ripeterà dodici mesi dopo, nell’edizione ’52, anno in cui dominò completamente la stagione laureandosi Campione del Mondo. Nonostante i numerosi successi di quel periodo, la Ferrari dovette attendere fino al 1960 per tornare al successo nella gara di casa. A riuscirci fu il piccolo ex-meccanico americano Phil Hill, alfiere di Maranello per lunghi anni in ogni sorta di competizione. Hill vinse anche l’edizione 1961, funestata però dal tragico incidente che costò la vita al campione tedesco Wolfgang Von Trips e ad una decina di spettatori assiepati oltre le reti all’ingresso della Parabolica e falciati dalla Ferrari impazzita di Von Trips.

La Ferrari di Regazzoni circondata dalla folla al termine dela gara 1970
La Ferrari di Regazzoni circondata dalla folla al termine dela gara 1970

DA JOHN SURTEES A FERNANDO ALONSO – Risale al 1964 il quinto successo della Ferrari a Monza, merito del fuoriclasse inglese John Surtees che in quell’anno divenne anche Campione del Mondo, riuscendo nell’impresa tuttora ineguagliata di raggiungere l’alloro iridato sia nel Motomondiale che in Formula Uno. Della vittoria del 1966 di Lodovico Scarfiotti abbiamo ampiamente parlato altrove, mentre il trionfo di Clay Regazzoni, quasi debuttante, nell’edizione del 1970 è stato una dei più epici che si ricordino, coronato da una invasione di pista da parte dei tifosi che passerà alla storia e che diventerà, da quel momento, tradizione. Regazzoni vinse ancora nel 1975, anno del primo titolo mondiale a Maranello di Niki Lauda.

Phil Hill a Monza nel 1960
Phil Hill a Monza nel 1960

Le due vittorie successive della Ferrari a Monza sono senza dubbio quelle più leggendarie, entrate nell’immaginario collettivo come una incredibile festa di popolo: Jody Scheckter e Gilles Villeneuve tagliarono il traguardo in parata nel 1979, con il sudafricano che divenne Campione del Mondo. Gerhard Berger e Michele Alboreto fecero la stessa cosa nel 1988, poche settimane dopo la morte di Enzo Ferrari e dopo una corsa che, per come si dipanò, molti definirono un vero e proprio miracolo. E poi, ecco l’era della Ferrari dominante e di Michael Schumacher a cavallo degli anni 2000. Lo straordinario pilota tedesco ha vinto nel 1996, nel 1998, nel 2000, nel 2003 e nel 2006, stabilendo il record dei successi sulla pista monzese. Anche il suo “storico” compagno di squadra Rubens Barrichello si è tolto la soddisfazione di vincere sue volte con la Ferrari nel 2002 e nel 2004. Il diciottesimo ed ultimo sigillo del Cavallino a Monza è datato 2010 e porta la firma di Fernando Alonso. L’auspicio, naturalmente, è che molto presto la conta salga a 19…

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + 4 =