F1 gp Singapore, trionfa Hamilton e sorpassa Rosberg nel mondiale. Quarto Alonso

L’inglese della Mercedes approfitta del guasto al motore del tedesco: adesso è lui in testa alla classifica con tre punti di vantaggio

Lewis Hamilton festeggia la vittoria a Singapore
Lewis Hamilton festeggia la vittoria a Singapore

Neanche Lewis Hamilton poteva immaginarsi un risultato migliore. Il pilota della Mercedes sbanca il gran premio di Singapore e non solo recupera punti sul compagno di squadra Nico Rosberg, ma lo sorpassa, andando in testa alla classifica mondiale. Per il tedesco un weekend orribile da cui dovrà necessariamente ripartire per cercare di impostare la rimonta. Dopo la batosta in qualifica (secondo per soli 7 millesimi), Rosberg non è riuscito neanche a partire, perchè la sua W05 hybrid ha avuto un guasto al motore. I tecnici della Mercedes lo hanno rimesso in pista, ma a Singapore il sorpasso è un mestiere per pochi, così dopo alcuni giri il tedesco si è ritirato.

Solo tre punti tra Hamilton e Rosberg per il mondiale

Adesso toccherà ad Hamilton gestire il vantaggio in classifica di soli 3 punti. Tutto da rifare, in un duello tra due compagni di squadra che promete spettacolo fino ad Abu Dhabi, quando il punteggio della gara sarà raddoppiato per accrescere ancora di più l’importanza dell’ultima gara del mondiale. Rosberg dovrà cercare di rimontare, soprattutto a livelli psicologico, considerando che la Mercedes non sembra più da fantascienza come nel passato. Hamilton ha precedeuto di un soffio le due Red Bull di Sebastian Vettel e di Daniel Ricciardo, che si sono posizionate subito davanti alla Ferrari di Fernando Alonso. Questi ultimi tre piloti si sono resi protagonisti di un azzardo che poteva portare loro sui tre gradini più alti del podio davanti ad Hamilton. I tre hanno deciso di forzare il cambio gomme e tentare di arrivare in fondo con un solo pit stop, sfruttando l’entrata della safety car.

F1 gp Singapore, solo ottavo Raikkonen

Solo ottava l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen, alle prese con una gara difficile dietro a piloti più lenti di lui ma senza la possibilità di assestare un sorpasso. Ridimensionate le Williams di Felipe Massa (5°) e Valteri Bottas (11°) che senza rettilinei e senza la possibilità di sprigionare il motore Mercedes sono un gradino sotto Ferrari e Red Bull. Buona invece la prova di Jean Eric Vergne che porta la Toro Rosso al sesto posto subito davanti alla Force India di Sergio Perez.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]