F1 gp Singapore, Hamilton in pole per soli 7 millesimi su Rosberg. Quinto Alonso

Qualifiche tiratissime con cinque piloti in due decimi. Solo settima l’altra Ferrari di Raikkonen fermata da un problema al motore.

La Mercedes di Lewis Hamilton in azione a Singapore
La Mercedes di Lewis Hamilton in azione a Singapore

Una qualifica al cardiopalma con nove piloti in mezzo secondo. Quest’anno non si erano mai visti distacchi così ravvicinati. Davanti ci sono sempre le due Mercedes, con Lewis Hamilton in pole a Singapore davanti a Nico Rosberg di soli 7 millesimi, in seconda fila le due Red Bull di Daniel Ricciardo (per l’ennesima volta davanti al compagno di squadra) e di Sebastian Vettel. Solo quinto ma in lotta fino alla fine per la seconda fila (è arrivato a pochi millesimi dal tedesco) Fernando Alonso con la Ferrari. Cinque piloti in due decimi, un’inezia che dovrebbe promettere una gara fantastica in un circuito dove però sarà praticamente sorpassare.

F1 gp Singapore, solo settimo Raikkonen

Solo settima l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen, costretto ad aborire l’ultimo giro di qualifica a causa di una perdita di potenza alla power unit. Il finlandese in Q1 e Q2 aveva mostrato dei buonissimi tempi e probabilmente sarebbe riuscito a completare la terza fila Ferrari davanti a Felipe Massa (6°). Ottava l’altra Williams di Bottas che ha preceduto la Mclaren di Magnussen e la Toro Rosso di Kvyat.

La lotta tra Hamilton e Rosberg

Hamilton dunque si aggiudica la pole position e spera di poter continuare nella sua rincorsa al compagno di squadra nella classifica piloti. Al momento il divario tra i due è elevato (22 punti), ma l’affidabilità Mercedes (e Hamilton ne sa qualcosa) può far sperare in una rimonta in caso di rottura o di incidente di Rosberg. Intanto la prima posizione sulla griglia di partenza gli assicura un piccolo vantaggio già da adesso per la gara di domani, considerando che occorre un vero e proprio coniglio dal cilindro per sorpassare a Singapore. Rosberg, da parte sua, proverà a sfruttare le strategie box per cercare di superare il compagno: la pista è talmente stretta che se dovesse riprovare a sorpassare Hamilton si correrebbe un rischio enorme di replicare il fattaccio di Spa, quando Rosberg bucò la gomma di Hamilton. Il tedesco però si trova in una posizione di vantaggio e potrà anche pensare a gestire la gara e a contenere i danni da Hamilton.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]