F1 gp Singapore, Mercedes davanti nelle libere ma la Ferrari è a un passo

Hamilton e Alonso davanti a tutti nelle prime due sessioni di libere. La Ferrari punta alla seconda fila, in lotta con la Red Bull

La Ferrari di Fernando Alonso in azione a Singapore
La Ferrari di Fernando Alonso in azione a Singapore

Due sessioni di prove libere da manuale nella Formula Uno 2014. Le Mercedes a dettare il passo, le Ferrari subito dietro riempiendo di speranze i tifosi e poi le Red Bull. Un copione navigato in questa stagione, che però ha sempre fatto da apripista a un weekend deludente per le Rosse di Maranello. Oramai si è capito, le Ferrari girano scariche di benzina e provano il loro valore “reale” sulla pista, sia per quanto riguarda il passo gara, sia per la simulazione della qualifica. Le altre squadre invece girano in pista il venerdì un po’ più cariche di benzina, o comunque non settano la power unit alla massima potenza. Così la Ferrari sembra avvicinarsi agli avversari e poi in qualifica prende un distacco enorme. E’ già successo diverse volte quest’anno, speriamo non capiti anche domani. Anche perchè Singapore è un tracciato cittadino come Montecarlo, chi parte dietro deve inventarsi un numero per effettuare un sorpasso.

F1 gp Singapore, Alonso davanti a tutti nella prima sessione

La prima sessione ha visto in testa Fernando Alonso che ha stampato un buonissimo giro da qualifica rifilando un decimo a Hamilton e Rosberg, che a loro volta hanno preceduto le due Red Bull. Nel passo gara le Mercedes sono davanti a Red Bull e Ferrari. La sensazione è che il Cavallino Rampante possa competere per una seconda fila con le Red Bull, ma bisognerà capire quanto e se si siano risparmiati Ricciardo e Vettel. Il pluricampione del mondo ha girato solo in mattinata saltando le prove del pomeriggio in seguito ad un guasto del motore. Indietro le Williams di Bottas e Massa, che su una pista con rettilinei corti come a Singapore, non riescono a sprigionare tutta la potenza del motore Mercedes e sono dietro.

I limiti alle comunicazioni radio

Il gran premio di Singapore segnerà una svolta sul piano delle comunicazioni radio. E’ di ieri sera la notizia che lo stop definitivo arriverà solo nel 2015 e non più da questo gran premio. Si potrà quindi chiedere informazioni sulla power unit, sulla pressione delle gomme e su tutti gli aspetti tecnici della vettura. Verranno vietate invece le comunicazioni sulla guida del pilota: ad esempio si potrà incitare un pilota a spingere, ma non si potrà dire “freni troppo presto in curva 3”. Questo team radio verrebbe sanzionato con una multa alla quadra.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]