F1 Gp Italia, Ferrari e Red Bull sperano nella guerra tra le Mercedes

Le frecce d’argento favorite per la vittoria a Monza. Ma la faida Rosberg-Hamilton può riaprire i giochi

Una panoramica del circuito di Monza
Una panoramica del circuito di Monza

L’idea comune è che il Gran Premio d’Italia possa soltanto perderlo la Mercedes. Se Lewis Hamilton e Nico Rosberg dovessero tenere a bada le aspirazioni personali in chiave mondiale la sensazione è che le frecce d’argento potrebbero dominare la gara e fermarsi anche a prendere un caffè prima dell’arrivo per aspettare gli avversari. Ma le cose non stanno così e il gran premio del Belgio l’ha dimostrato. Rosberg e Hamilton sono (giustamente) ai ferri corti. Si stanno giocando un mondiale di Formula Uno e stanno restituendo uno spettacolo che non si vedeva da anni nel circus di F1. E’ logico che la Mercedes debba porre un freno a questa faida perché bisogna tenere d’occhio l’immagine della scuderia e pensare al campionato da vincere.

F1 gp italia, gli outsider

Daniel Ricciardo e la Red Bull, sotto sotto, sperano in un altro duello all’ultima curva tra le Mercedes per approfittare di ogni singolo errore per provare a portare a casa la quarta vittoria della stagione. Il pilota australiano ha fin qui ridimensionato il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel, vincitore qui lo scorso anno, e vuole dimostrare anche in Italia, terra di origine dei genitori, di essere il pilota più forte del circus. La Ferrari guarda gli avversari e spera in un weekend positivo come quello di Spa. Monza non è una pista che esalta le caratteristiche della F14T, quindi si punta a bissare il podio dello scorso anno ma è difficile guardare oltre. I migliaia di appassionati del Cavallino proveranno a spingere le Ferrari di Fernando Alonso e Kimi Raikkonen ma per la vittoria bisogna davvero sperare negli incidenti delle altre vetture. E questo non è mai un bene.

La Parabolica asfaltata

Da tenere d’occhio anche la Williams, che con l’alta velocità sul rettilineo e la potenza del motore Mercedes, dovrebbe fare benissimo sulla pista italiana. Monza è il tempio della velocità, detentore del record di velocità assoluto in Formula Uno (372 chilometri orari, Montoya nel 2005). Quest’anno sarà difficile raggiungere queste velocità ma una vettura come la Williams, con poco carico aerodinamico, può superare tranquillamente i 350 km/h. Una delle novità di quest’anno è l’asfaltatura della via di fuga alla Parabolica, una delle curve più belle del Mondiale. Senza sabbia, l’ultima curva prima del rettilineo sarà il vero trampolino di lancio per raggiungere velocità straordinarie.

Ecco come seguire il Gran Premio d’Italia in tv:

Venerdì 5 settembre

10:00 – 11:30 Prove libere 1 in diretta su RaiSport 2 e Sky Sport F1
14:00 – 15:30 Prove libere 2 in diretta su RaiSport 2 e Sky Sport F1

Sabato 6 settembre

11:00 – 12:00 Prove libere 3 in diretta su RaiSport 2 e Sky Sport F1
14:00 Qualifiche in diretta su Rai 2 e su Sky Sport F1

Domenica 7 settembre

14:00 Gara in diretta su Rai 1 e su Sky Sport F1

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]