F1 gp Italia, strapotere Mercedes. Pole di Hamilton davanti a Rosberg, settimo Alonso

Griglia di partenza divisa per marche, prima Mercedes, poi Williams e McLaren. Male Raikkonen (11°)

Lewis Hamilton in azione a Monza
Lewis Hamilton in azione a Monza

Sapevamo già che Monza fosse una pista di motore ma le qualifiche di oggi lo hanno ulteriormente confermato. Una griglia di partenza divisa per marche dove a dominare è il motore Mercedes e bisogna arrivare al settimo posto di Fernando Alonso con la Ferrari per trovare la prima vettura senza il motore tedesco. In testa Lewis Hamilton che rifila due decimi al compagno di squadra Nico Rosberg, fermato in mattinata nella terza sessione di prove libere da un guasto elettrico al cambio che ha fatto sudare i tecnici della Stella a tre punte per evitare una sostituzione che avrebbe comportato una penalità di cinque posizioni in griglia. Dietro le Williams (terzo Valteri Bottas, quarto Felipe Massa) e le McLaren (5° Magnussen e 6° Button).

F1 gp Italia, settimo posto per Alonso

Le Ferrari, come al solito, retrocedono rispetto alle prove libere del venerdì. Solo settimo Alonso, che però riesce a mettere dietro entrambe le Red Bull, riuscendo a strappare la “pole position” dell’altro campionato, quello dei non Mercedes. Una consolazione irrisoria per il Cavallino che sulla pista di casa ha abituato i propri tifosi nel corso degli anni a ben altri risultati. Quest’anno la situazione è questa e purtroppo bisogna quasi essere felici per la settima posizione ed essere davanti alle Red Bull di Sebastian Vettel (8°) e Daniel Ricciardo (9°). Male invece Kimi Raikkonen, eliminato in Q2 e costretto a partire domani dall’undicesima piazza, subito dietro la Force India di Perez.

Ferrari, Montezemolo rimane presidente

L’unica buona notizia del giorno in casa Ferrari è la smentita, secca, delle voci su un possibile addio del presidente Luca di Montezemolo, non solo a stagione in corso, ma si vociferava che avrebbe lasciato la presidenza fin da lunedì prossimo. Il presidente ha parlato alla stampa prima delle qualifiche rassicurando che si tratta di “voci totalmente infondate” e di voler rispettare il contratto in scadenza nel 2017, quando Montezemolo compirà 70 anni. L’ex presidente della Fiat ha poi rassicurato sul futuro di Alonso e ha ribadito la necessità di una revisione delle regole all’insegna dello spettacolo, tornando a fare le prove tra un gran premio e l’altro e aprendo alla possibilità di apportare modifiche al motore durante la stagione in corso. Fin qui gli altri big della Formula Uno hanno detto no a questi cambiamenti per contenere i bilanci delle scuderie. Vedremo se la Ferrari riuscirà a far cambiare loro idea.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]