F1 gp Brasile, Rosberg vince ma Hamilton ipoteca il mondiale

L’inglese ha 17 punti di vantaggio e può “accontentarsi” del secondo posto ad Abu Dhabi per laurearsi campione del mondo. Sesto Alonso davanti a Raikkonen

Il podio del gran premio del Brasile
Il podio del gran premio del Brasile

Vince Nico Rosberg ma Lewis Hamilton, di fatto, ipoteca il mondiale. Il gran premio del Brasile si conclude con l’ennesima doppietta Mercedes: primo il tedesco poi l’inglese, ma per la prima volta ad Hamilton può bastare il secondo posto per la classifica piloti. Il distacco tra i due adesso è sceso a 17 punti, però, nonostante l’ultima gara di Abu Dhabi preveda un punteggio doppio, Hamilton sarebbe campione del mondo anche con un secondo posto. Considerando che guida una Mercedes, basterà tirare i remi in barca dopo le qualifiche per portare a casa il risultato. Oramai tra l’inglese e il secondo titolo mondiale (dopo quello vinto con la Mclaren nel 2008) c’è solo il nodo affidabilità della Mercedes. Essendo l’ultima gara della stagione si tratta dell’ultimo sforzo della quinta power unit stagionale. L’unico punto debole della stagione per la Casa tedesca è stata l’affidabilità delle proprie monoposto, colpendo più l’inglese che il pilota tedesco.

Terza la Williams di Massa

A completare il podio la Williams di Felipe Massa che fa impazzire i tifosi sul circuito di casa, strappando un podio che sembrava a tratti insperato. Il brasiliano ha sentito il peso della corsa ad Interlagos: prima ha superato il limite di velocità (con una penalità di 5 secondi) e poi ha sbagliato box dove fare il cambio gomme, fermandosi di fronte alla Mclaren. Una confusione che non ha precluso il podio, visto che il compagno di squadra Valteri Bottas ha avuto ancora più problemi e ha navigato fino alla decima posizione finale, invece le altre macchine erano nettamente inferiori.

Male le Ferrari

Dietro di lui la Red Bull di Sebastian Vettel e la Mclaren di Jenson Button, poi le due Ferrari di Fernando Alonso e Kimi Raikkonen. I due ferraristi sono stati autori di una vera e propria battaglia nel finale di gara per il sesto posto: un risultato amaro per una Ferrari da ricostruire. Ottavo Nico Hulkeberg con la Force India davanti a Kevin Magnussen con l’altra Mclaren.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + 6 =