F1 Gp Belgio: Mercedes in controllo nelle libere, Alonso spera nella pioggia

Le due frecce d’argento si contenderanno la pole position con la Williams, prima questa mattina con Bottas

La Mercedes di Nico Rosberg
La Mercedes di Nico Rosberg

Dopo un mese di chiacchiere e indiscrezioni la Formula Uno torna in pista in Belgio scoprendo che niente è cambiato: là davanti ci sono sempre loro, Nico Rosberg e Lewis Hamilton. Le due Mercedes dominano le libere del venerdì dove si vede (come al solito nelle libere) una buona Ferrari con Fernando Alonso che si ferma a due decimi dalle due frecce d’argento nella simulazione di qualifica di ieri.

Gp Belgio, per la pole anche la Williams

La Williams fa vedere di avere buone chance su questa pista dove conta soprattutto il motore e guarda tutti dall’alto nella terza sessione di questa mattina con il primo tempo di Valteri Bottas, che ha messo dietro Ricciardo e Rosberg. Per le qualifiche di oggi sarà una lotta tra Mercedes e Williams, con la Ferrari a sperare che possa piovere per mischiare un po’ le carte. La Red Bull aveva annunciato molti sviluppi per la monoposto a partire dal gran premio del Belgio ma ha dovuto fare i conti con la rottura del quinto motore Renault della stagione, l’ennesimo per Sebastien Vettel che adesso rischia di subire penalità nelle prossime gare, avendo già usufruito di tutti i propulsori programmati per la stagione.

Il destino di Vettel

Un problema non da poco per il campione del mondo in carica che è stato costretto a rimanere ai box per buona parte delle libere del venerdì. La situazione nel team non è delle più rosee: la concorrenza di Ricciardo sta mettendo alle strette Vettel, che più di una volta è stato superato in gara e in qualifica dal compagno di squadra e la tentazione di cambiare aria è forte. L’ultima voce parla di un interessamento della Honda, che tornerà in Formula Uno dal prossimo anno a motorizzare la Mclaren. In realtà Vettel è solo l’ultimo nome di un ventaglio di ipotesi che da mesi stanno rincorrendo il prossimo top driver della scuderia inglese, ma se non cambieranno le cose in Red Bull sarà facile che il prossimo anno i destini del tedesco e della squadra svizzera si possano separare.

La Red Bull ingaggia Verstappen

La Red Bull non vuole certo farsi trovare impreparata e continua il suo scouting alla ricerca di giovani piloti che possano essere il nuovo Vettel. E’ notizia di ieri l’ingaggio del giovane Max Verstappen, il figlio di Jos, già pilota di F1, talento promettente di 16 anni che è esploso quest’anno in Formula 3 con un record di 7 vittorie consecutive. Il prossimo anno correrà nella Toro Rosso, il vivaio Red Bull da dove provengono anche Vettel e Ricciardo. Un progetto per il futuro che promette buoni frutti, in attesa di avere un motore all’altezza per competere con le Mercedes.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]