F1 gp Belgio, Rosberg in pole davanti a Hamilton. Quarto Alonso

Le Mercedes straripanti rifilano due secondi e mezzo a Vettel (3°) nel diluvio di Spa Francorchamps

Nico Rosberg
Nico Rosberg

Pioggia doveva essere e pioggia è stata. Un vero e proprio diluvio però che invece di sparigliare le carte per la pole position del gran del Belgio ha ulteriormente allargato il divario tra i marziani della Mercedes e il resto del circus. Nico Rosberg si prende la prima posizione per la sesta volta in stagione con tre decimi di vantaggio su Lewis Hamilton, apparso più nervoso e meno a suo agio con la vettura rispetto al pilota tedesco. Terza la Red Bull del campione del mondo in carica Sebastian Vettel che partirà dalla seconda fila insieme alla Ferrari di Fernando Alonso (quarto).

Gp Belgio, Alonso parte in quarta posizione

Lo spagnolo della Ferrari aveva sperato alla viglia in condizioni meteo precarie per sperare di avvicinarsi il più possibile alle frecce d’argento ma può accontentarsi di un quarto posto che non va lontano dal suo miglior risultato in carriera nelle qualifiche sul circuito di Spa Francorchamps (terzo nel 2007 con la Mclaren). Davanti al ferrarista si piazza Vettel che, dopo la quinta rottura del motore in stagione nelle prove libere di venerdì non aveva girato sulla pista e aveva chiuso solo 13esimo nella sessione di questa mattina. Il tedesco dà prova di non aver esaurito la spinta che lo ha portato a vincere gli ultimi quattro mondiali piloti e rifila due decimi al compagno di squadra Daniel Ricciardo, giunto quinto per cercare di chiarire le gerarchie all’interno del team dopo la vittoria dell’australiano in Ungheria.

Indietro le Williams

Deludente la prova della Williams, che reduce da tre podi consecutivi con Valteri Bottas, sembrava essere giunta nella prova della definitiva consacrazione a rivale diretta della Mercedes. La scuderia inglese doveva trarre vantaggio dal motore su questa pista, invece la pista bagnata ha rallentato sia il finlandese (sesto), sia Felipe Massa, addirittura nono dietro all’altro ferrarista Kimi Raikkonen. Settima la Mclaren di Kevin Magnussen che batte il campione del mondo 2009 Jenson Button (10°).

Un vantaggio imbarazzante

La gara di domani sembra essere un assolo targato Mercedes. Il meteo parla di una gara asciutta con poche probabilità di pioggia, anche se, paradossalmente, analizzando i tempi delle libere, sembra che le frecce d’argento possano avere un vantaggio minore sull’asciutto rispetto al bagnato. I distacchi in qualifica sono a dir poco imbarazzanti: 2,5 secondi su Vettel e spingono a riflettere. Il mondiale fin qui è stato spettacolare al di sopra delle attese, ma un margine così ampio deve far pensare i team (compreso Mercedes) che un cambio delle regole debba essere attuato. Altrimenti, così facendo, sarà Formula Mercedes per tanti anni a venire.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]