Formula 3, il vivaio dei campioni della F1 di domani

Il campionato europeo di F3 ha partorito grandi campioni del passato (come Senna e Prost) e del presente (Vettel e Hamilton). Anche quest’anno 30 giovani piloti inseguono il sogno: guidare in Formula Uno

Il campionato europeo di Formula 3 sul circuito di Spa-Francorchamps
Il campionato europeo di Formula 3 sul circuito di Spa-Francorchamps

Piquet, Senna, Mansell, Prost, ma anche Hamilton e Vettel per rimanere ai giorni nostri. Tutti questi campioni del mondo della Formula Uno sono arrivati nel grande circus passando dal campionato europeo di Formula 3. Un campionato che prese il via nel 1966, poi interrotto nel 2002 e riassorbito nel 2014 con una nuova formula che racchiude al suo interno il vecchio campionato internazionale di F3 e le F3 Euro Series.

Leggi anche: I giovani terribili della Formula1

Sono tanti i campionati a livello Juniores sparsi in tutto il mondo che concedono la superlicenza per poter gareggiare poi in F1, ma questo è senza dubbio il più importante. Una vetrina per i giovani piloti che un domani potrebbero affermarsi come il nuovo Vettel o il nuovo Alonso. Un esempio è il francese Esteban Ocon, leader indiscusso della classifica generale a metà del campionato con oltre 70 punti di vantaggio sul secondo della classifica, Max Verstappen, figlio di Jos, già noto agli appassionati di motori per un passato nella Formula Uno con due podi conquistati nel 1994. Trenta piloti da 17 paesi saranno in competizione per il titolo di campione europeo di Formula 3. Italia ben rappresentata con tre piloti al via: Antonio Giovinazzi, Riccardo Agostini e Michele Beretta. Non solo, italiani sono anche tutti i telai delle vetture in pista, forniti dalla Dallara, l’azienda italiana che progetta macchine da corsa dal 1972.

Leggi anche: Schumacher prima del mito

Una delle caratteristiche della F3 è la collaborazione con i grandi team che rastrellano il mercato alla ricerca di talenti da far crescere. Ocon, ad esempio, è sponsorizzato dal programma Lotus F1 junior e ha messo a disposizione del giovane pilota francese l’aiuto di Grosjean per trarre consigli e benefici per la sua carriera.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]