Sciopero dei benzinai, come funziona

Le modalità un vero rompicapo per gli automobilisti

sciopero-benzinai
sciopero-benzinai

E’ in corso lo sciopero dei benzinai italiani. I distributori di benzina saranno chiusi, con modalità diverse, dal 13 al 28 giugno, guastando l’inizio delle vacanze di molti italiani. Le ragioni dello sciopero sono molteplici. Il primo, sono i prezzi che le compagnie petrolifere impongono ai distributori.

Si protesta anche per chiede un ammodernamento della rete, vero e proprio tallone d’Achille del sistema italiano dei distributori di benzina. Le modalità saranno un vero e proprio rompicapo per chi dovrà rifornirsi.

Il primo sciopero si concluderà il 17 giugno, alle 7, e consisterà nella chiusura dei self service in orario di apertura e nella copertura delle insegne. Dalle 19,30 del 17, invece, si farà sul serio con un vero e proprio sciopero generale di quarantotto ore che riguarderà tutti i distributori, autostradali e non.

L’ultima tranche di questo complicatissimo sciopero comincerà alla mezzanotte del 21 giugno e si concluderà il 28. In questa settimana, i distributori non accetteranno pagamenti elettronici con bancomat e carte di credito. Altro piccolo disagio per gli automobilisti che dovranno fare benzina: durante l’ultima tranche, non saranno disponibili neanche le promozioni, per cui, niente premi e niente bollini. Solo la cara, vecchia rassicurante benzina.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]