La prima auto stampata in 3D

Arriva al Salone di Detroit Strati, la prima auto prodotta con una stampante 3D: è alimentata elettricamente, completamente riciclabile e pesa solo 680 kg.

local-motors-3dprinted-car

La stampa 3D è un po’ il fenomeno del nuovo millennio: per quanto sia una tecnologia che già esisteva negli anni ’70, è diventata davvero fruibile negli ultimi anni e sta raggiungendo un successo enorme in tutto il mondo.
Tra le tante tecnologie stampate in 3D, ora si aggiunge anche l’automobile: è stata presentata al Salone di Detroit, si chiama Strati ed è un progetto del gruppo Local Motors.

Strati, un’auto interamente realizzata con una stampante 3D

L’idea alla base di Strati non è solo il fatto che sia stampata con una stampante 3D, ma che permetta di eliminare il costo della realizzazione di uno stabilimento di produzione. Infatti Strati promette di essere “stampabile” a meno di 100 km dall’acquirente, creando delle “microfactories” ovvero delle microfabbriche, riducendo sensibilmente anche il costo di trasporto e anche le emissioni che da questo trasporto derivano. Inoltre permette di creare posti di lavoro in diverse zone e non solo intorno ad un unico stabilimento.
La sua alimentazione elettrica, con un’autonomia di 190 chilometri, e il fatto che sia riciclabile, la rendono un prodotto appetibile anche dal punto di vista ecologico.
L’auto è realizzata in plastica ABS rinforzata in fibra di carbonio ed ogni sua parte è stampata grazie alla tecnologia BAAM, che è la stessa delle stampanti 3D, ma per oggetti più grandi, e, secondo le regolamentazioni americane, è perfettamente guidabile in strada.
Bisognerà vedere se varrà anche per le regolamentazioni di altri paesi.
Per stampare Strati sono necessarie 44 ore e il costo finale, che si saprà nel corso del 2015, si aggira tra i 18mila e i 30mila dollari.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici + 14 =