Omicidio Stradale: impegno di Renzi sull’introduzione del reato

Reato omicidio stradale
Reato omicidio stradale

Matteo Renzi, presidente del Consiglio dei Ministri, ha confermato che il suo Governo introdurrà il reato di omicidio stradale, al fine di colmare il vuoto normativo all’interno del Codice della Strada italiano, soprattutto in relazione con gli altri Paesi dell’Unione Europea. La proposta di legge, depositata in Parlamento da tempo e già analizzata dal precedente Governo Letta, ha l’obiettivo di trasformare il reato di omicidio colposo, commesso su strada, nello specifico omicidio stradale con pene dagli 8 ai 18 anni e sospensione a vita della patente, soprattutto se con guida in stato d’ebbrezza, sotto effetto di stupefacenti o in casi di omissione di soccorso.

Stando a quanto riportato nell’intervista rilasciata alla rivista “Il Centauro”, Renzi ha dichiarato che “Per combattere la violenza stradale è necessario lavorare su più fronti, su diversi livelli che non rimangano compartimenti stagni, ma interagiscano tra loro. Gli inglesi usano il termine 3E per indicare le cose da fare: Enforcement, Education, Engineering. La violenza stradale non è frutto del destino. Nella stragrande maggioranza dei casi è determinata da un comportamento sbagliato alla guida. Chi si mette alla guida in condizioni fisiche alterate deve essere consapevole, e in questo caso occorre responsabilizzare, che rappresenta un pericolo per gli altri e per se stesso”.

Il premier, inoltre, ha sottolineato che gli incidenti stradali sono un “dramma sociale”, in quanto “sono la prima causa di morte e di invalidità permanente per i giovani, che rappresenta un costo enorme per lo Stato, superiore a 30 Miliardi di euro l’anno, pari al 2% del PIL. Confrontandoci con altri paesi, i migliori in questo campo come Inghilterra, Svezia, Olanda, vediamo che è possibile dimezzare la mortalità attuale. Un problema così grande di “salute pubblica” e di economia che può essere affrontato e ridotto come posso non considerarlo una priorità e venir ignorato dalla politica?”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]