Scandalo Volkswagen: il Governo tedesco sapeva

L'accusa viene mossa da Die Welt, per ora nessuna reazione da parte della casa tedesca

Il governo tedesco era a conoscenza del fatto che la Volkswagen truccava i dati relativi alle emissioni nocive dei suoi motori diesel. L’accusa arriva dal quotidiano di casa Germania “Die Welt” e, se confermata, avrebbe davvero dell’incredibile.

VOLKSWAGEN, UNO SCANDALO MONDIALE – Lo scandalo ha già avuto i suoi primi effetti, con la casa tedesca che ha perso quasi 30 miliardi di euro di valore in borsa nel giro di due anni; ma il caos sembra essere solo all’inizio, visto che se fosse confermato il tutto, il governo guidato dalla cancelliera Angela Markel sarebbe chiamata a porre le proprie scuse e dare delle giuste motivazioni a riguardo.

L’ACCUSA – Per ora l’accusa è solo su carta e non è stata certificata, ma “Die Welt” è tornato indietro nel tempo fino al 28 luglio scorso, quando in Parlamento il Ministro dei Trasporti tedesco, di fronte ad una interrogazione parlamentare dei Verdi, aveva detto: “E’ in corso il lavoro sull’ulteriore sviluppo del quadro normativo comunitario, con l’obiettivo di ridurre “le reali emissioni” dei veicoli”.

CLASS ACTION IN ARRIVO – Un’accusa per ora labile, ma pare che in questo turbinio di richiami, accuse dette e non dette e frasi di circostanza possano rientrare anche altri marchi tedeschi. I numeri in questione erano truccati? Bene, se il governo sapeva doveva dire prima.

La manipolazione dei controlli dei gas di scarico, dati “coperti” dal Governo: un quadro sconcertante e che potrebbe dare luogo ad una class action unica nel suo genere.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 2 =