Saab: la rinascita del costruttore svedese grazie a Mahindra

Il gruppo automobilistico indiano è interessato a rilevare lo storico costruttore svedese Saab, ora di proprietà della Nevs.

Saab 9-3
Saab 9-3

Dopo molti anni davvero tribolanti, Saab potrebbe tornare i fasti di un tempo grazie all’interessamento da parte di Mahindra. Il gruppo automobilistico indiano, infatti, è interessato a rilevare una quota di maggioranza della società cino-giapponese Nevs, proprietaria del celebre costruttore svedese, per entrare nel ricco mercato premium.

La vincente operazione con Ssangyong

Mahindra, già pretendente di Saab nel 2012, quando fu rilevata da Nevs, vorrebbe ripetere l’operazione già fatta con Ssangyong. Il gruppo indiano ha rivoluzionato la gamma del costruttore sudcoreano, rinnovando non solo la collaudata Rexton, ma introducendo anche la grande monovolume Rodius e la compatta crossover Korando. Nel 2015, inoltre, Ssangyong presenterà anche la Tivoli, inedita SUV di piccole dimensioni.

I modelli 9-3, 9-4X e 9-5 verso la riconferma

Per quanto riguarda Saab, Mahindra sarebbe intenzionata a riprendere la produzione della berlina media 9-3, proposta anche nella variante station wagon SportCombi e come 9-3 Cabrio con la carrozzeria cabriolet, ma anche la SUV media 9-4X e l’ammiraglia 9-5, quest’ultima disponibile sia con la carrozzeria berlina che nella variante station wagon SportCombi. Inoltre, proseguirà lo sviluppo della nuova piattaforma modulare Phoenix, esposta in anteprima mondiale con l’omonima concept car al Salone di Ginevra del 2011.

Il ritorno ai fasti di un tempo con Mahindra

Il ‘periodo buio’ di Saab è iniziato nel 2009, quando fu messa in vendita da General Motors. Lo stesso anno, la Casa scandinava fu rilevata dal piccolo costruttore olandese Spyker che non potè evitare il fallimento, avvenuto nel 2011. Dall’anno seguente, come già detto, è sotto la gestione di Nevs che ha puntato sul poco lungimirante progetto della produzione di auto elettriche da vendere esclusivamente sul mercato cinese. Mahindra, invece, dovrebbe riportare Saab ai fasti degli anni ’80, puntando sulla produzione iniziale di 150.000 auto all’anno.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + 11 =