Paul Walker: omicidio colposo, la figlia fa causa a Porsche

Meadow Walker sostiene che la vettura sulla quale si trovava suo padre il giorno dell'incidente aveva dei difetti di fabbrica

Paul Walker
Paul Walker

La figlia di Paul Walker ha fatto causa a Porsche per omicidio colposo, sostenendo che l’auto sportiva che suo padre stava guidando quando è stato ucciso aveva numerosi difetti di progettazione.

PORSCHE, DIFETTI DI FABBRICA – La causa intentata da Meadow Walker chiede un risarcimento danni non specificato per i difetti che i suoi avvocati sostengono abbiano mantenuto l’attore intrappolato nella Porsche Carrera GT quando si è schiantato e ha preso fuoco nel novembre 2013. Walker era in una pausa dalle riprese del settimo film della saga Fast & Furious quando è rimasto ucciso.

PAUL WALKER POTEVA SALVARSI – Era in sella alla Carrera GT guidata dall’amico e socio d’affari Roger Rodas quando la vettura è andato fuori controllo, ha colpito tre alberi e ha preso fuoco in una strada di Santa Clarita, in California. La vettura, commercializzato come una macchina da corsa su strada, mancava di un sistema di controllo di stabilità adeguato e misure di salvaguardia per proteggere gli occupanti e tenerli lontani da ogni eventuale incendio dopo la collisione: “In assenza di questi difetti nel Porsche Carrera GT, Paul Walker sarebbe vivo oggi”, afferma la querela.

MORTE A CAUSA DELL’ALTA VELOCITA’ – La querela, di 18 pagine, comprende un racconto dettagliato dell’incidente e sostiene che la Porsche era in viaggio tra i 63 e i 71 miglia orari quando è andata fuori controllo. Gli investigatori, invece, hanno concluso che la Porsche stava andando molto più veloce (fino a 94 miglia all’ora) quando si è schiantata. L’indagine dal dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles e la California Highway Patrol ha concluso che si trattava di una velocità pericolosa e l’incidente è stato causato da problemi non meccanici. Tale indagine è stata elaborata con l’aiuto degli ingegneri di Porsche, che hanno valutato i rottami della vettura.

LA TESI DELLA FIGLIA DI PAUL WALKER – Meadow Walker sostiene che Porsche non abbia incluso un sistema di controllo della stabilità sul modello Carrera GT, presente invece su altri modelli. Ssostiene inoltre che la vettura mancava di rinforzi adeguati nelle sue porte e tubi del carburante di gomma, che non si rompono per prevenire un incendio in un incidente. Accuse simili di progettazione e di sicurezza sono stati inclusi anche in una causa per omissione di soccorso portata avanti dalla vedova di Rodas, Kristine Rodas, che rimane in attesa del tribunale di Los Angeles. Rodas è stato addestrato come pilota di auto da corsa e stava guidando a 55 mph, secondo la querela della moglie. Ha lasciato due bambini quando è morto.

Paul Walker era co-proprietario di una squadra corse con Rodas. Meadow Walker, 16 anni, è l’unica erede del suo patrimonio. Walker ha due fratelli, che hanno aiutato la troupe nelle scene d’azione per completare Fast and Furious 7, che ha guadagnato più di 1,5 miliardi di dollari a livello globale dopo che è stato rilasciato nel mese di aprile.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti − diciotto =