BMW, primo semestre in crescita: ecco le auto che hanno venduto di più

Tempo di bilanci in casa BMW e il primo semestre è in crescita

BMW Serie 1
BMW Serie 1

TEMPO DI BILANCI – Nell’attesa di capire come il mercato sta accoglienedo le novità previste per il mese di luglio, è tempo di bilanci in casa BMW: i dati di fine semestre hanno confermato il trend dei primi mesi del 2015 facendo registrare 1.099.748 auto vendute – di cui 208.813 nel mese di giugno – per una crescita dell’8% su base annua.

BENE LA SERIE 4 E I SUV – Nel complesso, il marchio BMW ha fatto registrare una cresciuta del +5,1% – 932.041 auto – confermata anche nel mese di giugno dalle 172.437 unità vendute, 16.693 delle quali appartenenti alla famiglia Serie 4 – per un +42,1% – e 22.529 a quella dei grandi Suv, con la X5 al +33% e la X6 al +49,9%. Ottime anche le stime delle BMW i: +65% e 2.071 unità.

SEMESTRE D’ORO PER LA MINI – Ma tra i dati più significati vale la pena riportare anche l’incremento delle immatricolazioni delle Mini: 165.983 unità, un incremento del 25,8% che ha fatto segnare il miglior primo semestre della sua storia. Dato confermato anche nel mese di giugno, con 26.025 unità vendute e una crescita del 25,4%. Gran parte del merito di questo incremento va dato sicuramente alla nuova tre porte che, da sola, ha fato registrare un +33% nel semestre e 62.599 unità vendute. Mica male.

TEMPI DURI PER LA ROLLS-ROYCE – Altro dato significativo per il mercato ma in negativo, è quello fatto registrare dalla Rolls-Royce, con il suo calo del -10,1%. Pesa, sulle 1.769 veicoli consegnate in sei mesi del marchio britannico, i forti inasprimenti fiscali entrati in vigore in Cina che hanno causato una forte contrazione del mercato del lusso.

I MERCATI EUROPEI E GLI ALTRI – Ad una prima analisi geografica appare evidente come i mercati europei siano in crescita, con un tasso del +9,4% e 488.098 unità vendute. Su tutti, spiccano i dati del Regno Unito (+15,2%) e della Francia (+22,6%). Non male anche l’Italia con un incremento del +8,5%. Sfiorano la doppia cifra gli incrementi dei mercati americani,, parliamo di Canada (26.025 unità vendute e una crescita del 16,6%) e USA (198.883 unità, +9,6%), che fanno registrare un dato complessivo di 241.798 unità e un +9,5%, e Messico (8.093 unità, +19%). Bene anche i mercati asiatici con il loro incremento del 4,5% nel primo semestre, e le 336.344 immatricolazioni tra Cina (230.601 unità, +2,5%,), Corea del Sud (26.158, +19,1%) e Giappone (33.876, +10,7%).

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 13 =