Home Notizie Mercato Auto blu alle forze dell’ordine, sospesa l’asta

Auto blu alle forze dell’ordine, sospesa l’asta

La commissione affari costituzionali ha approvato un emendamento del movimento 5 stelle

Auto blu
Auto blu

Pochi mesi fa leggevamo su tutti i giornali delle auto blu messe all’asta, che chiunque poteva acquistare per pavoneggiarsi con i colleghi. L’idea sembra, però, non aver funzionato. Ora si cambia. I veicoli di ex politici e cariche dello Stato, cioè flotte di Thesis, Alfa 166 e Croma, saranno ceduti alle forze dell’ordine. E’ stato infatti da poco approvato in commissione affari costituzionali l’emendamento del movimento 5 stelle.

Il caso

Il movimento 5 stelle pensa così di rafforzare la carenza di mezzi che si riscontra nella sezione della sicurezza pubblica. Idea che può sembrare buona ma ci sono delle perplessità sui veicoli. Ricordiamo che le auto da dismettere sono, di solito, quelle che le Amministrazioni pubbliche ritengono non più necessarie per fini istituzionali.

Le polemiche

Molte volte, infatti, questi veicoli non sono proprio al massimo della forma, anzi. Se sono le macchine più vecchie ad essere cedute, anche se ancora non si sa quale sarà l’effettivo parco auto, potremmo dire che comunque si tratterà di scarti non sempre in buone condizioni. 

Ulteriori perplessità

Ma i 5 stelle si sono fatti avanti anche con un’altra novità, cioè con l’intento di dare “nuove dotazioni alla polizia con equipaggiamenti speciali”. La proposta, però, non è passata.

Fatto sta che, fallito il tentativo di mettere all’asta le tanto chiacchierate auto blu, ora, potrebbe anche non funzionare l’idea di darle alle forze dell’ordine. Ricordiamo che sono tantissimi i poliziotti e carabinieri che utilizzano mezzi arretrati senza airbag o altre tecnologie salva vita. Sono anche molti gli agenti che, appunto, muoiono più in incidenti stradali che in conflitti a fuoco. Servirà davvero dotare le forze dell’ordine di auto troppe volte ritenute scadenti e senza le moderne tecnologie?

Il fatto certo è che si aprono le polemiche. E non si chiuderanno molto presto. Stiamo pronti a seguire come sarà il finale.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]