Lewis Hamilton, molto più di un pilota: un campione

E’ il pilota del momento, Campione del Mondo in carica di Formula Uno, in testa al Campionato 2015 e maggiore indiziato per una conferma che suonerebbe come il terzo titolo mondiale, un traguardo che lo portebbe allo stesso livello di grandissimi piloti dl passato come Ayrton Senna, Jackye Stewart o Niki Lauda.

Lewis Hamilton, ultimo fuoriclasse prodotto dalla lunga e blasonata scuola britannica, vive un momento magico, suggellato anche dalla sua presenza sempre più insistente sui tabloid ed i rotocalchi rosa, vuoi per la fine “ufficiale” del suo lungo e travagliato rapporto con la cantante Nicole Scherzinger, sia per le voci che lo vogliono accostato ad una nuova fiamma del calibro di Irina Shayk fresca single dopo la fine della storia con Cristiano Ronaldo.

Ma al di là del suo presenzialismo sui rotocalchi specialmente britannici, quello che resta è la fama di un pilota velocissimo, concreto, capace di dare il meglio sia sul giro secco e sulla prestazione massima che sulla distanza. Uno dei pochi capace di diventare Campione del Mondo dopo solo un anno di esperienza nella massima competizione motoristica del pianeta.

Non solo, se si eccettua la meteorica apparizione di Danny Ongais nei primissimi anni ’80 e le prove private sulle Brabham cui partecipò Willy T. Ribbs nel 1986, Lewis Hamilton è il primo pilota di colore a partecipare – e a vincere – in Formula Uno.

1200px-Lewis_Hamilton_2014_China_Race

Dagli inizi con il kart alla Formula 1

Nato nell’Hertfordshire il 7 gennaio del 1985 da padre originario da Trinidad & Tobago, Lewis ha mosso i primi passi nel karting quando aveva 8 anni. Che avesse un talento fuori dal comune fu chiaro quasi subito e balzò agli occhi anche di Ron Dennis, storico proprietario della McLaren, che infatti lo mise sotto contratto fin da quando aveva 12 anni, decidendo di sostenere in prima persona i suoi esordi nel mondo delle corse internazionali.

Dennis ci aveva visto giusto: dopo le vittoriose esperienza con i kart, Lewis bruciò rapidamente le tappe ed in un mondo non ancora avvezzo a campioni giovanissimi sulle piste come accade invece oggi, si impose con una lunga serie di successi: conquistò nel 2003 il campionato in Formula Renault al primo anno “vero” di partecipazione, nel 2005 vinse le Euro Series di F.3 e nel 2006 debuttò nella GP2 per la scuderia ART, sostituendo Nico Rosberg, campione uscente della categoria e passato in F.1.

Lewis conquistò subito da rookie la vittoria nel Campionato, tanto che Dennis decise di promuoverlo pilota titolare in McLaren per la stagione 2007. La sua irruzione nel mondo della F.1 fu un vero crack: alla sua prima gara a Melbourne fu subito terzo, secondo nelle quattro successive ed infine primo sia al GP del Canada che in quello degli Stati Uniti.

Nessun debuttante era mai riuscito ad infilare una così stupefacente serie di podi: Lewis perse quel mondiale a favore di Kimi Raikkonen e della Ferrari all’ultima corsa, a causa della lotta fratricida con il poco amato compagno di squadra Fernando Alonso, da allora suo principale rivale.

Lewis star di Top Gear

Nato nell’Hertfordshire il 7 gennaio del 1985 da padre originario da Trinidad & Tobago, Lewis ha La sua carriera successiva è segnata dal binomio con la McLaren: con le vetture della scuderia creata negli anni ’60 dal grande Bruce, divenne Campione del Mondo nel 2008 e restò ai vertici anche negli anni successivi, pur subendo l’ascesa della Red Bull e di quell’”ingombrante” personaggio che è Sebastian Vettel.

Divenuto popolare nel suo paese anche per le sue partecipazioni con record alla nota trasmissione Top Gear, Hamilton ha deciso nel 2012 di lasciare la McLaren, in netta crisi tecnica, per sposare la causa della Mercedes. La scelta, come tutti oggi hanno capito, fu più che mai azzeccata. Oggi Lewis Hamilton è il pilota inglese che ha vinto più gare in F.1 ed il quinto di tutti i tempi. E il suo score non può che migliorare.

 

Photo Credit: Mark McArdle

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 + 1 =