Jeep Renegade: presentata a palazzo Chigi la prima jeep tutta italiana

La Jeep Renegade presentata a Palazzo Chigi
La Jeep Renegade presentata a Palazzo Chigi

E’ stata presentata lo scorso 25 luglio a Palazzo Chigi la prima jeep tutta italiana. Prodotta dal gruppo Fiat nello stabilimento Sata di Melfi. Si chiama Jeep Renegade ed ha fatto bella mostra di sé davanti al Premier Matteo Renzi. A presentarla c’erano il presidente del gruppo, John Elkann, e l’amministratore delegato Sergio Marchionne, insieme a tre operai dello stabilimento.

La nuova FCA, nata dalla fusione tra Fiat e Chrysler, con sede a Londra, cerca, così, di dimostrare come l’Italia sia ancora nel cuore dell’ex Casa del lingotto che, dati economici alla mano, vede arrivare dal Nord America i ricavi maggiori, tanto che, nei giorni scorsi, si è parlato di un interessamento del gruppo VolskWagen nei confronti del gruppo anglo-italo-americano.

“Siamo molto orgogliosi di essere qui, di far vedere quello che stiamo facendo, dimostrare come Fca avrà una presenza sempre più forte in Italia”, afferma John Elkann davanti al Premier. Matteo Renzi annuncia la visita degli stabilimenti di Melfi, dopo il suo viaggio a Detroit il 26 settembre per visitare quelli di Fiat-Chrysler. “Agli americani dirò- aggiunge Renzi – che siamo orgogliosi di essere italiani, agli italiani, che noi siamo più bravi”.

Presentata in quattro diversi modelli e nata dalla collaborazione tra progettisti italiani ed americani, Jeep Renegade sarà presto in vendita in cento Paesi in tutto il mondo, inclusi gli Stati Uniti dove Jeep è considerato il marchio più patriottico

Sarà commercializzata in Italia dalla fine di settembre. Se, da un punto di vista industriale, sarà valsa la pena costruire la nuova jeep in Basilicata, lo giudicherà il mercato. Intanto, a Melfi, è arrivata un po’ di speranza.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]