Jarno Trulli in Formula E, pilota e manager

L'ex Formula 1 correrà sulle nuove monoposto ecologiche

Jarno Trulli
Jarno Trulli e la sua Formula E - foto ufficio stampa

Jarno Trulli ritorna su una monoposto. L’ex alfiere di Toyota e Renault, un Formula1, parteciperà, insieme a molti altri ex del circus, alla prossima stagione di Formula E, la nuova categoria pensata dalla Fia che farà correre, in circuiti cittadini, dei telai Dallara spinti dal motore elettrico.
Il pilota pugliese non avrà solo la responsabilità della guida, dovrà occuparsi anche degli aspetti manageriali della sua avventura nella Formula verde.

Non è la prima volta che un pilota costruisce il proprio team. Bruce McLaren, Frank Williams, Arturo Merzario, tanto per citarne alcuni tra i più celebri e blasonati. Ma è la prima volta che un ex di Formula 1 decide di coinvolgersi così a fondo in un’avventura così innovativa.

La nascita della TrulliGP è avvenuta quando il team Dryson, ha deciso di ritirare la propria presenza nel campionato. La squadra aveva già sviluppato un prototipo a ruote coperte, il Lord Dryson, in grado di battere ben tre record di velocità per veicoli elettrici. Ma, per motivi non del tutto chiari, ha deciso di lasciare il business delle monoposto al pilota italiano.

Tuttavia, gli inglesi del team Dryson resteranno in pista, fornendo a Trulli una tecnologia in grado di ricaricare la vettura senza fili. Già testata sul prototipo di casa Dryson, questa tecnologia sembra molto promettente e, di sicuro, renderà l’avventura da pilota-manager di Jarno Trulli ancora pià competitiva e interessante.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]