F1: due nuove scuderie nel 2016

Formula 1, GP Malesya
Formula 1, GP Malesya

La platea delle scuderie di F1 si allarga, per stessa ammissione di Bern Ecclestone.

Altri due team, infatti, dovrebbero entrare a far parte dei ranghi delle squadre che si contenderanno il titolo iridato. Tutto questo però, nonostante tentativi più o meno maldestri di accelerazione, dovrebbe avversarsi solo a partire dal 2016. Due i nuovi ingressi. E la regia delle operazioni parte proprio dall’Italia.

Partiamo dalla prima: Gunther Steiner è un nome che forse a molti dirà poco. Ma questo altoatesino che nel suo palmares annovera un ruolo di primo piano come responsabile Jaguar e poi Red Bull, sarebbe uno degli artefici del progetto. Un progetto che localizza la sua leva economica in America ma utilizza professionalità e tecnici rigorosamente made in Italy.

Gene Haas, deus ex machina della nuova scuderia, ha forti interessi a Parma, esattamente a Varano de Melegari, dove da settimane proseguono i test per la messa a punto delle nuove vetture. Le strategie risentiranno fortemente dell’impronta Ferrari, tant’è che nello staff della matricola figura tra gli altri l’ex tecnico del cavallino, Niccolò Petrucci.

Anche nel secondo neo team si parlerà un po’ italiano. Forza Rossa (questo il nome di battesimo che la dice lunga sul legame con il Belpaese), dovrebbe anch’essa affidarsi a motori di Maranello. I capitali di investimento, in questo caso, non verrebbero iniettati da oltre Oceano ma dalla vicina Romania, terra di origine di Collin Kolles (ex di HRT e Force India), perno di questa nuova avventura. La base operativa, invece, dovrebbe essere il Regno Unito.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]