Rally di San Marino: si aprono le danze

Il 42° Sn Marino perde una tappa all’ultima curva ma non le promesse di spettacolo

Il Rally di San Marino dal 4 al 5 luglio.
Il Rally di San Marino dal 4 al 5 luglio.

Monte Titano si prepara a vegliare dall’alto il Rally di San Marino. Dal 4 al 5 luglio, infatti, prenderà il via la 42esima edizione della competizione che si corre nello stato autonomo. Una kermesse davvero importante nel panorama rallystico nazionale  che però, proprio sul finire, ha visto materializzarsi uno spiacevole imprevisto. L’intoppo è costituito dalla rinuncia alla Prova speciale che avrebbe dovuto corrersi nel comune di Sestino. E il motivo della rinuncia è abbastanza curioso. Il comune in questione, infatti, aveva deliberato l’autorizzazione a concedere le sue strade alla carovana su quattro ruote non facendo però i conti con il fatto che Mercatello sul Metauro, uno dei borghi che intersecano il tracciato, avesse tirato fuori una richiesta economica esorbitante e sproporzionata, a detta degli organizzatori.

Risultato? Tenuto conto dell’onerosità del lasciapassare,  non è stato possibile raggiungere l’accordo economico tra amministrazione comunale e Comitato organizzatore. Insomma, ha vinto il campanile. San Marino perde quindi un pezzo non da poco del suo mosaico di tracciati ma non per questo il suo fascino ultra quarantennale. Gli appassionati che raggiungeranno San Marino potranno assistere a una due giorni di corse che condurrà fino all’appuntamento alla Porta di città, il cuore pulsante sanmarinese. Da lì, dalle 19 alle 24, avrà luogo il vero e proprio Rally.

Non mancheranno i momenti di distrazione con musica e degustazione di prodotti tipici. Al di là delle attrattive paesaggistico – culinarie, si è lavorato alacremente per garantire comunque un palinsesto di gare di livello. Si correrà, come da tradizione, nei comuni di Borgo Pace, S. Angelo in Vado, Belforte all’Isauro e Carpegna.  A sostituire la prova di Sestino sarà la speciale di Rofelle. Si tratta di un percorso di pari kilometri (19) rispetto a quello della tappa soppressa, caratterizzato da strade bianche e panorama tipicamente appenninico. E proprio a Rofelle spetterà l’onore e l’onere di aprire, venerdì 4 luglio, questo bello e tormentato  42° rally alle falde del Titano.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]