Mini meeting 2014: il raduno torna in Gran Bretagna

Torna l’appuntamento con la più grande festa per celebrare la Mini

L'international Mini Meeting 2014
L'international Mini Meeting 2014

Anche quest’anno si è svolto il consueto rito dell’International Mini Meeting (IMM), il più grande raduno per gli appassionati dello storico marchio inglese. Una festa internazionale ma che vuole conservare le proprie radici britanniche: il Meeting cambia location ogni anno ma una volta ogni lustro torna in Gran Bretagna per rinsaldare le origini nel Regno Unito. Un’origine che vuol dire molto per gli appassionati e per i possessori di Mini classiche, nate su iniziativa di Sir Alec Issigonis nel 1959, nonostante adesso l’azienda sia di proprietà tedesca (il gruppo BMW).

In mostra anche la nuova Mini

A 36 anni dal primo storico International meeting, il raduno torna quest’anno nel Kent e celebra, oltre a tutte le vetture storiche arrivate un po’ da tutta Europa, anche la nuova Mini. I modelli rinnovati della Countryman e della Paceman giunti sul mercato nel marzo scorso conservano ancora tutti i tratti distintivi del marchio Mini ma si rinnovano nel design esterno e con un nuovo quadrante per contachilometri e tachimetro.

Due giorni nei giardini del Kent

Due giorni nei giardini immensi del Kent Country Agricultural Showgrunds per festeggiare e celebrare un marchio che ha segnato la storia dell’automobile. E i migliaia di protagonisti (o semplici curiosi) che annualmente affollano questo meeting testimoniano la forza e l’attrazione di questa macchina. Anche nel 2014 sono state tantissime le Mini classiche in esposizione e i modelli da collezione arrivati da tutto il mondo per prendere parte al raduno.

Presente anche il campione britannico Paddy Hopkirk

Il meeting, tenutosi il orimo weekend di agosto, ha presentato la tipica festa british dell’automobile con musica, giochi e spettacoli. Uno di questi ha avuto come ospite d’onore Paddy Hopkirk, il vincitore del rally di Montecarlo del 1964 a bordo della Mini Cooper S. Un omaggio al grande campione britannico in occasione del 50esimo anniversario dalla sua vittoria.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]