L’Autostrada del Sole compie cinquant’anni

Il 4 ottobre 1964 viene inaugurata l'autostrada più lunga del Paese, il tracciato che segnò l'unione di Nord e Sud.

“ Il segno della vitalità del popolo italiano e della sua capacità e volontà di lavorare, di svilupparsi, di progredire”. Così venne definita l’ormai 50enne Autostrada del Sole dall’allora presidente del Consiglio Aldo Moro.

Anniversario

Era il 4 ottobre 1964. Il Nord e il Sud si uniscono in un biscione d’asfalto chiamato Autostrada del Sole. Il tracciato più lungo d’Italia spegne 50 candeline. Fu costruito in 8 anni, dopodiché divenne il più importante collegamento per gli abitanti del Sud che andava a lavorare nelle fabbriche del Nord.

Simbolo del boom economico italiano fu inaugurata al Castello di Firenze. Presenti Aldo Moro, presidente del Consiglio e il presidente dell’Iri, Istituto per la Ricostruzione Industriale, Giuseppe Petrilli.

Ma quello che davvero rappresentò era un sogno di unità tra le “due Italie”. Nonostante non fosse la prima autostrada italiana – 40 anni prima venne creata la Milano-laghi – fu lei a segnare la vera modernizzazione del Paese facendo diventare l’automobile simbolo di benessere e libertà, un luogo di nuove esperienza in cui gli italiani poterono scoprire il piacere di viaggiare.

Costruzione

Cifre importanti quelle che portarono alla costruzione dell’autostrada: 755 km per unire sei regioni, 38 gallerie, 400 tra viadotti e ponti per un totale di 272 miliardi di lire. Ma anche tanti morti per la sua realizzazione. Ben 74 gli operai che persero la vita sul luogo di lavoro. Oggi la chiesa dell’autostrada che accoglie gli automobilisti è proprio dedicata a loro.

I lavori partirono quando l’Italia era supervisionata da Giovanni Gronchi,  il 19 maggio del 1956. Per costruirla l’ingegner Felice Cova fece un viaggio negli Stati Uniti per studiare le loro autostrade divise in più lotti. In effetti era un’impresa difficile mettere in piedi una strada attraversando lo Stivale con le sue campagne, città, montagne ed il mare. Fatto sta che tutto è andato per il meglio e, oggi, vogliamo festeggiare quella che è una delle autostrade più importanti d’Italia.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]