Come procede la Brebemi? Colpe, sconti e finanziamenti

La Brebemi per il momento sembra essere un fallimento: poche utenze, molti ritardi e la richiesta di finanziamenti pubblici.

BrebemiProgettoGlobale

A otto mesi dall’apertura ancora polemiche per la Brebemi: infatti, pur essendo stata finanziata da privati, tutta la manutenzione sarà a carico dello Stato. Molti sono i milioni, circa 300, che dovranno essere sborsati per quest’opera che avrebbe dovuto finanziarsi da sola.

Colpe, sconti e finaziamenti

Le colpe di questo “fallimento” della Brebemi possono essere molte: certo, la crisi non sta aiutando visto che le aziende non hanno soldi da spendere per utilizzare la Brebemi, che è comunque più cara della A4.
In più pare che i costi di realizzazione siano fortemente lievitati per colpa di modifiche e deviazioni in corso d’opera e non previste.
L’utenza è infatti molto bassa, al massimo ventimila utenti e solo nei giorni in cui l’A4 è congestionata per incidenti tanto da spingere gli automobilisti a pagare tra il 15 e il 18 per cento in più per spostarsi.
Inoltre raggiungere la Brebemi non è semplice: è parallela all’A4, ma le indicazioni sono scarse e il percorso per raggiungerla piuttosto tortuoso.
La necessità è quindi di trovare dei finanziamenti per un’opera che, non solo ha subito grossi ritardi, ma che ha ancora la necessità di fare collegamenti con altre strade più trafficate: mancano infatti ancora alcuni raccordi e l’arco Tem che la collegherà alla Tangenziale Est e che purtroppo sarà pronto solo da metà maggio.
Inoltre non esiste un vero e proprio un collegamento con la A4 che eviti la dispersione del traffico.
Un vero peccato per una strada che potrebbe facilitare un tratto – quello tra Brescia e Milano – davvero trafficato.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + 13 =