Toyota Mirai in Europa: ma niente Italia

L'auto completamente alimentata a idrogeno sbarca in Europa, nel nostro paese esiste un solo impianto a Bolzano

Toyota ha annunciato l’inizio della commercializzazione della nuova Toyota Mirai, che sbarca sul continente europeo partendo da Germania, Gran Bretagna, Danimarca e Belgio.

Toyota Mirai
Toyota Mirai

TOYOTA MIRAI, BERLINA A IDROGENO – La Toyota Mirai è la prima berlina alimentata a idrogeno e fa parte del programma di rispetto dell’ambiente e di Smart Innovation che l’azienda asiatica ha portato avanti da diversi anni a questa parte. La Mirai, che in giapponese significa futuro, è proprio un’auto che punta al domani, ma soprattutto a tramutare lo stesso in un oggi che, spesso, sembra molto lontano. In Germania, Gran Bretagna, Danimarca e Belgio, paesi già dotati di una rete di rifornimento dell’idrogeno, la vendita di Mirai è cominciata questa settimana.

Andrea Carlucci, amministratore delegato Toyota Italia
Andrea Carlucci, amministratore delegato Toyota Italia

NIENTE ITALIA PER LA MIRAIL’Italia è un paese molto difficile e, per ora, non sembra così attrezzato per ricevere auto a idrogeno. L’unica stazione di rifornimento, infatti, si trova a Bolzano dove è presente un impianto all’avanguardia che eroga idrogeno a 700 BAR: “La normativa attuale – dichiara Andrea Carlucci, Amministratore Delegato Toyota Motor Italiaprevede che, nel nostro Paese, le stazioni di rifornimento non possano erogare idrogeno a una pressione superiore a 350 BAR, quando invece i serbatoi montati sulle moderne vetture a celle a combustibile garantiscono il funzionamento in totale sicurezza a 700 BAR”.

La Toyota Mirai
La Toyota Mirai

SERVE UN APPOGGIO POLITICO – “L’Italia – prosegue Carlucci – ha bisogno che tutte le Istituzioni si impegnino per sviluppare e sfruttare al meglio una risorsa energetica così importante come l’idrogeno. L’obiettivo di Toyota – conclude l’A.D. – è quello di convincere le Istituzioni stesse della necessità di una rete autostradale a idrogeno strutturata ed efficiente, visto che l’utilizzo di tale risorsa rappresenterà, nel lungo periodo, un volano concreto non solo per la tutela dell’ambiente ma, soprattutto, per il benessere della nostra società e il rilancio della nostra economia”.

PERCHE’ L’IDROGENO – Mirai segna l’inizio dell’era dell’idrogeno per Toyota ma non solo; il percorso sarà lungo ma l’obiettivo, dichiarato da tutti, è quello di abbassare quasi a zero tutte le emissioni nocive. L’impegno di Toyota per lo sviluppo di una mobilità sostenibile che integri l’idrogeno tra le fonti di alimentazione è partito già da diverso tempo. L’idrogeno è uno degli elementi più abbondanti nell’universo e può essere prodotto da varie fonti, dal reforming dei gas naturali ma anche dalle energie rinnovabili come il solare, l’eolico e i bio-rifiuti.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − dodici =