Tesla Model III: le caratteristiche della nuova elettrica che arriverà nel 2016

La berlina Tesla Model S verrà affiancata dal 2017 dalla Model III
La berlina Tesla Model S verrà affiancata dal 2017 dalla Model III

Come tutto che viene dalla California, anche la Tesla ha un’aura da hipster incompreso e un po’ fighetto. Eppure, questi hipster della West Coast stanno per lanciare un’auto che promette di cambiare per sempre le regole dell’industria automobilistica lanciando nientemeno che una berlina a tre volumi, chiamata Model III, che dovrebbe andare a competere con le berline di lusso europee, su tutte, la BMW Serie 3. Con i suoi 35mila dollari, la Model III, sul mercato dal 2017, promette di massificare la portata commerciale della Telsa, facendola uscire dalla reputazione di giocattolone elettrico per adulti e trasformandola un un brand mainstream.

Alla Ford non piace il sesso

All’inizio, la vettura doveva chiamarsi Model E. Ma alla Ford non piaceva l’idea che un concorrente avesse una gamma che, tutta insieme, potesse essere prununciata “SEX”. Infatti, la Model S è la coupé che ha fato sognare mezzo mondo, il modello X è un crossover. La E, però, non potrà essere usata. La Telsa ha, infatti, cambiato nome per evitare una causa con la Ford. Raggiunto dal The Holliwood Reporter l’amministratore delegato di Telsa, Elon Musk ha detto:

Ho pensato: è pazzo, Ford sta cercando di uccidere il sesso. Quindi, ho pensato di cambiare il nome in Model III”

Come sarà?

A dire il vero, non se ne sa un granché. Si sa solo che sarà la prima vettura la cui tecnologia sarà opensource, visto che Telsa ha rilasciato i dettagli tecnici di tutta la sua tecnologia. Non solo, si sa che sarà opera dell’inglese Chris Porrit, già ingegnere Aton Martin e che sarà il 20% più piccola della Model S. Il design è ancora un’incognita, ma il vero problema, però, sarà rendere meno costose le batterie. L’autonomia prevista è di 320 chilometri, ma, per rendere meno costose le batterie, bisognerà realizzare la Gigafactory, la fabbrica dei sogni della Tesla che la dovrebbe aiutare a trasformare in realtà i propri progetti.

La Gigafactory, dove nascerà?

Telsa ha stanziato 5miliardi di dollari per costruire la giafactory che produrrà le nuove batterie agli ioni di litio. Quei cinque miliardi fanno gola a almeno quattro stati:Texas, Arizona, Nevada e California. Ad essere favorita, la California che già ospita una fabbrica del gruppo e che ha proposto a Tesla una serie di agevolazioni fiscali e cambi normativi che potrebbero accelerare la costruzione della fabbrica.

Leggi anche: Arriva nel 2015 l’auto elettrica più veloce al mondo. E non è una Tesla

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]