Restyling in casa Mercedes: ecco la nuova Classe A

Comoda ed elegante: ritorna la berlina del marchio tedesco con un look rivoluzionato

Nuova Mercedes classe A
Nuova Mercedes classe A

Nel 1997 la Mercedes presentò la Classe A come un’auto di grande innovazione affidandole l’arduo compito di tracciare nuovi scenari sul mercato. Non si può certo negare che questo non sia avvenuto visti i successi riscontrati negli anni.

La monovolume compatta del marchio di Stoccarda ha avuto via libera colonizzando nuove fasce di mercato e proponendo un’immagine inedita del brand mantenendo intatti i suoi valori che da sempre la contraddistinguono (comfort, qualità, dotazione).Quasi a sorpresa questa Classe A ci è stata riproposta con una veste completamente diversa rispetto il modello precedente.

Ha un mood aggressivo, è una berlina a cinque porte con dotazioni elettroniche di ultima generazione riguardo la sicurezza di marcia, come l’Attention Assist, presente esclusivamente su modelli di alta gamma della Mercedes.I motori turbocompressi a iniezione diretta, come quelli alimentati a benzina, sono di grande aiuto al risparmio con lo Start & Stop di serie: la premessa, quindi, per prestazioni brillanti e consumi contenuti.

Ora è auto completamente diversa: non è più una monovolume, ma una berlina due volumi volta alla sportività pura.L’estetica si presenta con un aspetto molto dinamico, con spigoli bene definiti, sul frontale notiamo la classica mascherina del radiatore molto grande con la stella centrale e doppie lamelle a sinistra e a destra. Quindi un frontale decisamente sportivo dove troviamo delle prese d’aria laterali supplementari e fari originali a “effetto fiaccola” per le luci diurne e gli indicatori di direzione. Il tetto filante con uno spoiler che va a nascondere tutte le antenne e le da un accento sportivo.

Entrando nella vettura saltano subito all’occhio le lavorazioni accurate nei minimi dettagli. Sulla plancia vediamo ben cinque bocche per l’aria condizionata circolari con cornici esterne con in mezzo un inserto a forma di X che, ruotandolo, devia la direzione e la potenza dell’aria emessa. Abbiamo un display da 14 cm di diagonale, comandato da una manopola tra i sedili, dalla quale si può fare letteralmente di tutto: dalla musica, alle telecamere della retromarcia, fino ad andare su internet.

Accomodandoci sul sedile del guidatore, scopriamo assetto di guida particolarmente “sdraiato”, con un cruscotto composto da due cerchi uno per i giri motore e l’altro per la velocità. Il volante, con il classico logo Mercedes in mezzo, ha ben 12 tasti per fare qualsiasi cosa senza mai staccare le mani dal “timone” di guida. Ai lati dietro il volante troviamo le due alette per il cambio manuale

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]