Prezzo benzina e diesel: forti aumenti in arrivo

Quasi tutte le compagnie hanno già applicato sensibili aumenti sui listini di verde, gasolio, GPL e metano. Le quotazioni del greggio stanno scendendo, ma non tanto da compensare i rialzi registrati tra lunedì e martedì.

prezzo benzina e diesel
Brutte notizie per chi stamattina si è fermato al distributore.

Il prezzo benzina e diesel torna a salire in maniera evidente. I mercati petroliferi internazionali ieri hanno registrato un notevole calo della quotazione del cosiddetto “oro nero”, ma ciò non è bastato a compensare i bruschi rialzi d’inizio settimana.

AUMENTI GIA’ OGGI – Quasi tutte le compagnie hanno ritoccato al rialzo il prezzo benzina e diesel oggi, giovedì 8 ottobre 2015, seguendo la medesima strategia adottata martedì da ENI e Q8/Shell. Seguendo le indicazioni giornaliere di Staffetta Quotidiana, stamattina hanno messo mano ai listini IP (+0,6 centesimi su benzina e diesel), Tamoil (+1 centesimo su entrambi) e TotalErg (+1 centesimo solamente sul gasolio).

I VALORI MEDI DI BENZINA, DIESEL, GPL E METANO – Questi il valore medio del prezzo benzina e diesel, elaborato sempre da Steffatta Quotidiana, prendendo considerazione i dati forniti dall’Osservatorio Prezzi del Ministero per lo Sviluppo Economico, ricavati attraverso le comunicazioni quotidiane di oltre 13.000 gestori appartenenti alla rete di distribuzione di carburante. Le medie si riferiscono a ieri mattina, mercoledì 7 ottobre: benzina self service 1,483 euro/litro (+0,2 centesimi rispetto a martedì 6 ottobre); diesel self service 1,343 euro/litro (+0,1 centesimi); benzina servito a 1,568 euro/litro (+0,2 centesimi); diesel servito 1,434 euro/litro (+0,2 centesimi); GPL 0,568 euro/litro (+0,1 centesimi); metano a 0,987 euro/kg (+0,1 centesimi).

IL GREGGIO TORNA A SCENDERE – Ieri il prezzo benzina e diesel è sceso in maniera evidente sui mercati petroliferi internazionali, ma ciò non è bastato a compensare i fortissimi rialzi registrati tra lunedì e martedì. Questo non toglie che negli ultimi sei mesi le quotazioni del greggio siano state tra le più basse dell’ultimo decennio, sebbene i vantaggi per gli automobilisti siano stati alquanto modesti. Rispetto al termine del 2014 il prezzo benzina e diesel è sceso, ma non quanto sarebbe stato lecito attendersi in base all’andamento del mercato petrolifero mondiale.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro − 3 =