Tante le competizioni vinte da Peugeot e proprio la voglia di primeggiare sulle dirette rivali fa compiere al “Leone” una nuova evoluzione con la L500 R HYbrid, concept che lascia intende come saranno le prossime generazioni di auto.

IDEE SPERIMENTALI – Peugeot Sport è convinta che le corse del futuro vedranno impegnate auto larghissime, alte appena un metro e ultra aerodinamiche, tratti peculiari del prototipo presentato, per il momento virtuale, che sfrutta un motore a benzina e due elettrici per produrre 500 CV e scattare da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi. La concept blu, nera e rossa nasce anche per celebrare i 100 anni dalla seconda vittoria di Peugeot alla 500 Miglia di Indianapolis con Dario Resta su Peugeot L45, conquistata il 30 maggio 1916. Principio che sta dietro alla creazione è quella di una vettura “connessa all’asfalto e al pilota” con una linea del padiglione bassa e filante collegata alla coda sporgente in onore della storica L45 e propone in maniera rivista le tipiche luci posteriori ad artiglio. Entrati nell’abitacolo vengono ritrovate “vecchie” conoscenze, portate a un livello superiore. Ricerca continua di contenuti avanzati decisiva nella progettazione dell’i-Cockpit, sistema ad ologrammi che assieme all’abitacolo a capsula crea una zona di integrazione fra pilota e macchina.

ORIZZONTE LUMINOSO – Il piccolo volante “a cloche” trasuda inventiva e ad aggiungersi ci sono due schermi circolari che mostrano informazioni olografiche e un casco a realtà aumentata con i consigli di un co-pilota virtuale, storico tributo al ruolo ricoperto cent’anni fa dal meccanico di bordo. Il modello ha chiaramente suo punto cardine l’esuberanza dei motori. Oltre a quello benzina da 270 cavalli, la meccanica è formata inoltre da un propulsore elettrico anteriore e uno posteriore diretto a sviluppare 500 CV e 730 Nm.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove − 13 =