Se vuoi rimanere al top di mercato devi renderti ‘amico’ dei consumatori. Lo sa bene la Peugeot che in questi giorni serba valide promozioni sui propri modelli, inclusa la Peugeot 308.

TANTI APPLAUSI – Prodotta dal 2013, questa seconda generazione, incarnazione di buon gusto transalpino, costituisce una delle opzioni più in voga nel segmento C, come ben testimonia il premio europeo Car of the year, ricevuto durante lo scorso anno. Compatta nel design, le linee filanti, assieme alle due profonde nervature sulle fiancate, regalano sicurezza mentre il compito di promuovere comfort viene affidato all’abitacolo.

ESTETICA ESSENZIALE – Mantenuto il tipico cruscotto sollevato, plasmato come esagono allungato, la plancia si mostra spoglia, cortesia tecnologica. Tutti, o quasi, i comandi sono infatti contenuti dentro l’unità i-Cockpit, sistema multifunzionale gestibile attraverso touch screen. L’ergonomia che contraddistingue il volante consegna poi sapore unico all’intero veicolo. Le sue assai ridotte dimensioni, combinate alla possibilità di regolare altezza e profondità, fanno sì che gli strumenti siano visualizzabili sopra di esso. Praticità in ogni occasione, accompagnata alle sensazioni dirette e pesanti rese dallo sterzo.

LA PROPOSTA – Versione promossa a condizioni favorevoli, sino al 31 dicembre, l’Active BlueHDI 120 Euro6 EAT6, turbodiesel disponibile in berlina o Station Wagon. Offerta a 189 euro al mese (comprensivo contributo rottamazione vettura intestata da almeno 6 mesi, TAN 3,99%, TAEG 5,44%), include cerchi in lega 17’’, navigatore e servizio facoltativo Efficiency (Manutenzione Ordinaria Programmata ed estensione garanzia 36 mesi).

CONTROLLO E DIVERTIMENTO – Prezzi abbordabili per l’economia familiare riguardanti un’edizione eccellente. Il cambio automatico a 6 marce, malgrado la potenza contenuta (120 cavalli), risponde tempestivamente alle sollecitazioni dell’acceleratore. Attivato il tasto Sport, dislocato sul tunnel centrale, la dinamicità raggiunge dunque  picchi esaltanti, senza dimenticare le ridotte emissioni di anidride carbonica. 3,5/3,7 i litri necessari a percorrere 100 chilometri ne completano infatti il profilo, assai stimolante.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 4.5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × quattro =