Le sfarzose cerimonie legate al mondo auto servono a rimettere in moto un’industria decisa a uscire dagli ultimi difficili anni e fra chi proverà a fare bella figura nell’imminente Salone di Ginevra ci sarà la Opel Mokka X.

LOOK E TECNOLOGIA – Le modifiche compiute allo Sport Utility presentato nel 2012 – venduta in oltre 500.000 esemplari in Europa – coinvolgono la vettura nella sua interezza così da allineare la piccola crossover agli altri modelli usciti sotto il rinomato brand tedesco e la “X” inserita nella denominazione contraddistinguerà tutti i prossimi SUV Opel. Cambiamento più evidente riguarda il frontale, dove, oltre alla nuova mascherina – in singolo e sottile baffo cromato convergente verso il simbolo della casa – sono stati aggiornati gruppi ottici che traggono beneficio dal sistema Adaptive Forward Lighting.Complice l’integrazione coi sensori dell’assistenza Opel Eye, la gestione abbaglianti è totalmente automatica, mentre il dispositivo sa riconoscere il tipo di percorso e adattare il fascio di luce a seconde delle condizioni in città e su percorsi extraurbani.

FUNZIONALITA’ SEMPRE PIU’ INTUITIVE – Paraurti resi più sportivi, nonchè aggiunte le tinte Hot Burning Amber Orange e Absolute Red, a bordo trova risalto Intellink, sistema dedicato all’infotainment 7 o 8’’ compatibile agli standard Apple CarPlay e Adroid Auto, mentre sono ridotti i comandi fisici nella consolle centrale. Previsto pure OnStar, supporto volto a garantire connettività ai passeggeri, chiamata e localizzazione in caso d’emergenza e accesso a servizi personalizzati quali il MyOpel App Shop. Soluzioni dedicate al maggiore comfort i moderni sedili anteriori certificati AGR e lo speciale sistema Keyless Peps (Passive Entry Passive Start) per serrature e messa in moto.

DIFFERENTI VERSIONI – Come motorizzazioni disponibili i diesel 1.6 CDTI da 110 e 136 CV, assieme al nuovo 1.4 turbobenzina iniezione diretta da 152 CV. Quest’ultima soluzione viene offerta col cambio automatico a sei marce e trazione integrale con la frizione multidisco capace di utilizzare in condizioni standard il solo asse anteriore per ridurre i consumi – valori medi indicati di di 6,6 l/100 km e 154 g/km di CO2 – e trasferire fino al 50% della coppia a quello posteriore in caso di necessità. Ulteriore sofisticata tecnologia la telecamera frontale, usata pure per i Following Distance Indication, Forward Collision Alert (con Led Alert Display) e Lane Departure Warning.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × 2 =