Mercedes presenta la nuova Classe E Station Wagon, un modello giunto alla sesta generazione che può vantare nella sua storia un milione di esemplari venduti.

L’ideale per chi cerca una vettura dalle dimensioni ampie

In termini di spazio in offerta, la Classe E station wagon continua ad essere uno dei favoriti del suo segmento. Il volume di carico, infatti, arriva fino a 1820 litri. Questo aspetto, però, può essere ulteriormente migliorato grazie allo schienale del sedile posteriore con il suo 40:20:40 scissione di serie.

Rispetto al passato, però, le linee sono più moderne e sportive. A confermarlo è Robert Lesnik, responsabile del design esterno Mercedes: “E’ l’ltimo modello della prima parte della strategia che ha rivoluzionato l’immagine delle vetture del marchio. L’obiettivo ra rendere una wagon di queste proporzioni sensuale e attraente come una Classe S coupé”.

Le motorizzazioni disponibili

La lista dei motori di questa Mercedes Station Wagon comprende il nuovo 220d diesel da 194 cavalli. È probabile però che la maggior parte dei clienti (soprattutto flotte) si orienterà verso il 200d da 150 cavalli, che è anche la versione di ingresso alla gamma, con un prezzo indicativo di 47.500 euro. A questi si aggiunge un altro diesel, il sei cilindri della 350d, e tre alternative a benzina, la 200 da 184 cavalli, la 250 da 211 cavalli e la 400 4Matic a trazione integrale da 333 cavalli.

Tutte con cambio automatico 9G-tronic. A chiudere l’inevitabile versione prestazionale Amg da 401 cavalli.

La dotazione tecnologica a bordo

Con questo modello Mercedes punta a conquistare il mercato grazie a una serie di elementi innovativi. Con un semplice clic è ad esempio possibile prenotare un albergo o acquistare un biglietto per il cinema o lo stadio. Si può inoltre impostare il navigatore automaticamente, senza alcun intervento umano.

Nemmeno la chiave è più necessaria: è possibile avviare il motore con lo smartphone, posizionandolo nell’apposito spazio della consolle centrale. Non è finita qui: l’auto è anche in grado di viaggiare da sola. L’’intelligenza artificiale può farla correre in autostrada fino, in teoria, a 210 km/h.  Chi è meno esperto nella fase di parcheggio non dovrà più preoccuparsi: la vettura può essere guidata con il telefonino.

 

 

 

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 + 19 =