Nuova Fiat Bravo: notizia confermata, pensione rinviata…

Sergio Marchionne, CEO di FCA, ha affermato che tutto è pronto per la produzione della seconda generazione di questa berlina. Il modello, tuttavia, non sembra essere destinato all'Italia.

Data di uscita della nuova Fiat Bravo
La nuova Fiat Bravo sarà prodotta in Turchia in uno degli stabilimenti di Tofas, costruttore automobilistico locale che ha già raggiunto uno specifico accordo con FCA per dare avvio alla catena di montaggio.

Non doveva andare in pensione? La risposta è no. Tutto è pronto per l’uscita della seconda generazione della Fiat Bravo, la rappresentante del brand torinese nel segmento C.

 

Notizia ufficiale

L’inizio della produzione della seconda serie della Fiat Bravo non è un semplice rumors o un’ipotesi giornalistica, bensì una dichiarazione ufficiale di Sergio Marchionne, CEO di FCA, che ha confermato, nel corso del Salone di Ginevra, l’uscita della nuova Fiat Bravo entro la fine del 2016.

 

Prodotta in Turchia

La nuova Fiat Bravo sarà prodotta in Turchia in uno degli stabilimenti di Tofas, costruttore automobilistico locale che ha già raggiunto uno specifico accordo con FCA per dare avvio alla catena di montaggio. Poche altre informazioni su questo progetto sono attualmente disponibili. Perché così tanto riserbo? Perché la nuova Fiat Bravo forse non arriverà mai in Italia.

 

Go Est?

La nuova Fiat Bravo è stata pensata per i mercati dell’Europa dell’Est e quello turco. La seconda generazione del modello sarà realizzata in tre varianti: cinque porte, station wagon (Fiat non ha più in listino una giardinetta dal 2008, quando terminò la produzione della Stilo MultiWagon) e “semplificata”. Quest’ultima, in pratica, sarà l’entry level per il mass market dell’Est, avrà interni spartani, pochi accessori e sostituirà definitivamente la Linea, attuale rappresentante di Fiat nel segmento C in Romania, Bulgaria, Ungheria, Croazia, Bosnia, ecc.

 

Nessuna concorrenza con la nuova Giulietta

Per assemblare la nuova Fiat Bravo sarà utilizzato il pianale B Wide, lo stesso della Fiat 500L. Proprio la presenza di questo modello, ma anche della 500X e della Renegade, non permetterà, almeno inizialmente, alla seconda generazione della Bravo di giungere dalle nostre parti. In Italia e nell’Europa Occidentale, inoltre, FCA vuole lasciare ampio spazio alla seconda serie dell’Alfa Romeo Giulietta, pronta per il 2016. Ultima nota: la nuova Fiat Bravo potrebbe uscire nelle concessionarie con un nome diverso, anche perché l’attuale è poco conosciuto al di là dei nostri confini.

 

Potrebbero interessarti anche:

Fiat: tutte le novità al Salone di Ginevra 2015

Nuova Fiat Panda 100 HP: data di uscita, caratteristiche e prestazioni

Curiosità: 5 cose che (forse) non sai sulla storia della Fiat 500

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dieci + sedici =