Da Moss e Raikkonen: la nuova Exige LF1 celebra la storia Lotus

Saranno 81 gli esemplari della nuova Lotus Exige LF1 a essere messi in circolazione con tanto di esposizione nei motorexpo di mezzo mondo.

Lotus Exige LF1 Limited Edition
Lotus Exige LF1 Limited Edition

La Exige nasce per celebrare le vittorie dello storico team britannico in F1 , a cominciare da quella del GP di Monaco targata 1960. Più di mezzo secolo di una storia fatta di circuiti e vittorie, da Striling Moss a Kimi Raikkonen fino ad arrivare al successo che porta la firma in calce del pilota finlandese ora al volante della Ferrari (anno 2013, GP di Australia). E proprio l’affermazione di Kimi nella terra dei canguri, alla guida di una Lotus – Renault, rimane l’ultima in un palmares di tutto rispetto per la Casa fondata da Colin Chapman. Dopo una puntata al Canary Wharf Motorexpo di Londra e un’altra a Le Mans, l’Exige è attesa dal 26 al 29 giugno al Goodwood Festival of Speed.

Veniamo alla vettura: il prototipo di riferimento non può che essere la leggendaria Exige S, ma con una cifra estetico- meccanica di maggior caratura. Il rosso e il nero,  i colori del mito, vivacizzano ed esaltano la cura del dettaglio ma non manca un tocco color oro, come nel caso dei cerchi in lega da 17’’ e 18’’. Rosse sono le pinze dei freni, spunti dello stesso colore fanno capolino anche su alettoni e spoiler, mentre un mare di nero caratterizza l’audace verniciatura.

Classica ma sempre alla ricerca del vezzo, l’Exige LF1 può vantare un sistema frenante d’eccellenza, il Race Pack (Dynamic Performance Management),  un motore a 6 cilindri a V di 3,5 litri sovralimentato e in grado di sprigionare una potenza di 350 cavalli con coppia di 400 Nm. Tradotto:  la nuova Exige ha nel suo Dna un accelerazione da 0 a 100Km/h in 4 secondi e può toccare punte massime di velocità di ben 274 km/h.  C’è di più: in dotazione a questo motore ecco un compressore Eaton con tecnologia TVS (Twin Vortices Series), che conferisce maggiore slancio e una certa efficienza anche nelle fasi a scartamento ridotto.

L’ultima chicca riguarda la veste pneumatica: l’Exige, infatti, veste italiano, potendo contare su gomme Pirelli PZero Trofeo. Un altro indizio della vocazione e delle potenzialità da corsa di questa supercar che strizza un occhio al passato e un altro alla tecnologia.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]