Mercedes AMG GT: massima espressione della sportività della Stella

La nuova supercar della Stella, disponibile in due declinazioni.

Mercedes AMG GT
Mercedes AMG GT

Dopo l’uscita di scena della SLS AMG con le porte ad ‘ali di gabbiano’, Mercedes torna nell’olimpo delle supercar con l’inedita coupé AMG GT. Le caratteristiche principali della nuova creatura della divisione sportiva di Affalterbach sono due: la leggera carrozzeria in alluminio e lo schema tecnico transaxle, ovvero con il motore all’avantreno e il cambio sequenziale a doppia frizione Speedshift DCT AMG a sette rapporti al retrotreno, in blocco con la trazione posteriore.

A livello estetico, la sportività della Mercedes AMG GT è espressa davanti con la tipica calandra a Stella abbinata ai fari a LED High Performance, mentre la zona posteriore è caratterizzata dalla presenza del diffusore di colore nero con modanatura in Argento Iridium. Per quanto riguarda l’assetto, sono disponibili quattro modalità di guida: C come Controlled Efficiency, S come Sport, S+ come Sport Plus ed I come Individual.

La Mercedes AMG GT è equipaggiata con il nuovo motore a benzina 4.0 V8 biturbo, disponibile in due declinazioni: GT base da 462 CV di potenza, 600 Nm di coppia massima, 304 km/h di velocità massima e 4,0 secondi nello 0-100; GT S da 510 CV di potenza, 650 Nm di coppia massima, 310 km/h di velocità massima e 3,8 secondi nell’accelerazione da 0 a 100.

La più prestante Mercedes AMG GT S differisce esteticamente per lo splitter anteriore di colore nero lucidato a specchio e per i cerchi in lega a dieci razze da 20 pollici. Inoltre, la dotazione di serie comprende anche il dispositivo Dynamic Select con le modalità aggiuntive M come Manuale e Race per la guida su pista, il differenziale autobloccante posteriore a regolazione elettronica, l’assetto sportivo Ride Control con sospensioni a regolazione elettronica variabile e i freni a disco anteriori da 390 mm con pinze di colore rosso.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]