Nuovi motori e tecnologie telaistiche per Infiniti Q50, berlina sportiva rinnovata in vista dell’anno 2016 per offrire un’esperienza di guida più coinvolgente e appagante di prima: la seconda generazione è equipaggiata con le innovative Dynamic Digital Suspensions ed è dotata di Drive Mode Selector, un sistema che consente al pilota di selezionare l’assetto migliore per affrontare stile e condizioni del percorso prescelto oltre a gestire alla perfezione potenza del motore, sospensioni e sterzo.

foto infinitipress.eu
foto infinitipress.eu

INFINITI Q50: MOTORI, ACCESSORI E CARATTERISTICHE – Per quanto riguarda le motorizzazioni, sono ben cinque i propulsori messi a disposizione dal lussuoso marchio di Nissan: il neonato motore a benzina biturbo 3.0 litri V6 con iniezione diretta e due configurazioni di potenza (304 o 405 cv), ibrido 3.5 litri V6 da 364 cv, 2.0 litri turbocompresso da 211 cv e 2.2 litri turbodiesel da 170 cv. E’ bene tenere a mente che i modelli con motore 3 litri V6 biturbo dispongono inoltre in serie del “Rack Electronic Power Steering” che contrasta la sensazione innaturale correlata all’imprecisa gestione della potenza del servosterzo e che riduce quindi il senso di linearità, mentre i 2.0 litri a benzina e 2.2 litri diesel dispongono del sistema di sterzo idraulico elettronico a pignone e cremagliera. Infiniti Q50 monta anche sospensioni multi-link indipendenti e un cambio automatico a sette rapporti (con Adaptive Shift Control). Tra la gamma di accessori proposti figura invece il Premium Plus Package, Technology Package (ulteriormente migliorato) e Drive Assistance Package.

foto infinitipress.eu
foto infinitipress.eu

INFINITI Q50, DIRECT ADAPTIVE STEERING – Secondo Francois Bancon, Vice Presidente di Infiniti Product Strategy, la nuova Q50 catalizza tutti gli elementi essenziali che l’hanno resa attraente a oggi e unisce una serie di particolarissime tecnologie per rafforzare la posizione innovatrice del brand, come il rinnovato sistema digitale di sterzata Direct Adaptive Steering (disponibile per il 3 litri V6 biturbo o motore ibrido) che consente agli automobilisti di usufruire di maggiore flessibilità di livello assistenziale alla guida, feedback desiderati (secondo il proprio stile) e regolare automaticamente il rapporto fra sforzo e sterzo, saturato gradualmente grazie al G-force laterale e all’accelerazione longitudinale, oltre ad agire insieme all’Active Lane Control per mantenere la vettura in carreggiata anche in seguito a colpi di vento laterali o asfalto deformato.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 5 =