I crossover di Nissan: prezzi e caratteristiche

Utilizzate anche le canzoni di Maria Carey e un orso bruno per i diversi test di resistenza

Nissan Juke R
Nissan Juke R

Nissan ha svelato, per la prima volta, tutti gli elementi un po’ eccentrici che vengono utilizzati per testare i propri crossover, i vari Qashqai, Juke e X-Trail divenuti veicoli dai grandi volumi di vendita.

NISSAN, UN TEST COM MARIAH CAREY – Lei non lo sa, ma la cantante Mariah Carey è stata fondamentale per permettere lo sviluppo ottimale dei crossover di Nissan. L’azienda giapponese infatti, utilizza continuamente le canzoni della cantante canadese per testare il proprio impianto stereo presente sulle vetture già citate. Sembra un qualcosa di bizzarro, ma in fin dei conti pare proprio la strada più semplice da percorrere: far partire la musica ad alto volume per un totale di 1.200 giorni (1.728.000 minuti), riproducendo brani selezionati. E la Carey, durante le sue esibizioni ma anche nei suoi brani registrati, utilizza spesso delle note alte. Cosa molto utile in questo caso, come la musica House tedesca per i bassi martellanti.

NISSAN E L’ORSO BRUNO – Certo, alla base c’è sempre un approccio ingegneristico mirato e molto serio, ma l’obiettivo in fase di progettazione è sempre lo stesso: replicare l’utilizzo delle vetture nella vita reale anche nelle situazioni più complicate. Ovviamente per riuscire a garantire ai clienti qualità e resistenza al top. E tra gli oltre 150mila test realizzati su tutta la gamma da quando è nato il primo Crossover nel 2007, ci sono state anche prove di carico per assicurarsi che il tettuccio apribile sia in grado di reggere il peso di un orso bruno.

INVENTORI PAZZI – E poi robot per aprire e chiudere i finestrini 30mila volte, polvere vulcanica per i test antigraffio e l’uso di differenti set di tazze, bicchieri, bottiglie e altri contenitori per mettere alla prova la praticità di porta-bicchieri e tasche laterali. David Moss, Senior Vice-President di Nissan Europe Technical Centre: “Alcuni degli strumenti che abbiamo creato o utilizzato potrebbero far pensare che siamo degli inventori pazzi, ma era necessario che tutti i nostri Crossover fossero messi a dura prova per essere perfettamente in linea con le aspettative dei nostri clienti. Questo è il nostro approccio e continueremo così anche in futuro”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette + tredici =